Bari e il calendario, quante insidie. Derby di ritorno cruciale? L'analisi

 di Davide Rega  articolo letto 6331 volte
© foto di Federico Gaetano
Bari e il calendario, quante insidie. Derby di ritorno cruciale? L'analisi

Il sorteggio del calendario di Serie B 2017/18, svoltosi nella suggestiva cornice del Castello Svevo, ha regalato al Bari un inizio di stagione tutt'altro che facile. Nella gara d'esordio i ragazzi di mister Grosso ospiteranno fra le mura amiche il Cesena, squadra da sempre ostica. Sebbene nell'ultima annata siano stati fra le delusioni della cadetteria, i romagnoli restano fra coloro che possono ambire alla promozione in Serie A (ultima conquistata proprio nell'anno della meravigliosa stagione fallimentare).

Nel secondo turno il Bari sarà ospite dell'Empoli, una delle retrocesse che vuole riconquistare prontamente la massima serie. Alla terza ecco la prima neopromossa, il Venezia di Inzaghi, altra squadra con ambizioni d'alta classifica. Alla quarta i galletti saranno in scena a Frosinone, dove affronteranno una squadra che avrebbe meritato la promozione lo scorso anno, prima di essere eliminata in maniera rocambolesca ai play off.

Tra fine settembre e metà novembre tutti match alla portata, prima della sfida interna contro il Pescara, altra retrocessa dalla Serie A. A seguire il Bari giocherà a Novara, prima di ospitare il Foggia nel derby alla 16^a giornata. La sfida di ritorno allo Zaccheria, dunque, potrebbe essere decisiva nel caso in cui una o entrambe le compagini dovessero essere in lotta per un determinato traguardo.

Infatti la strada sarà nuovamente in salita nelle ultime quattro, con i biancorossi che si troveranno ad affrontare Palermo, Perugia, Parma e Carpi, sconfitto nell'accesa finale play off contro il Benevento. Probabilmente sarà proprio in quei quattro match che si vedrà la vera natura del Bari, se si rivelerà arrendevole come negli ultimi anni o avrà le armi e la voglia per potersela giocare con tutti.