Caputo: "Galano, qualità non comuni. E io mi diverto a produrre birra"

 di Redazione TuttoBari  articolo letto 12836 volte
Francesco Caputo
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Francesco Caputo

"Sulla carta non è il classico goleador, ma non mi sorprende che segni così tanto. La differenza rispetto a qualche anno fa è che ora tira di più in porta e con il sinistro che ha può fare gol da dove vuole. Ho giocato con lui e ha qualità tecniche non comuni". Così Francesco Caputo commenta le straordinarie prestazioni di Cristian Galano, autore di una grandissima prima parte di campionato.

CALCIO E NON SOLO - L'ex attaccante biancorosso ha trovato ad Empoli le condizioni ideali per rendere al massimo. Ma nella sua vita non ci sono solo i gol: nella sua Altamura ha da poco fondato una scuola calcio (la Cc Soccer) e una... birra: "La mia idea è che sia un centro dove fare respirare ai ragazzi aria di calcio sano, per potere trasmettere i veri valori di questo magnifico sport», le parole dell’attaccante riprese dall'edizione barese de la Repubblica - Come è nata l’idea della birra Pagnotta? Anche in questo caso mi piaceva portare avanti un progetto che mi legasse alla mia terra. Niente di più singolare che una birra che ha come ingrediente il pane di Altamura. Un’idea condivisa con amici e che mi sta divertendo davvero tanto. Attualmente la produciamo in uno stabilimento a Perugia, ma mi piacerebbe si facesse anche da noi".