Gyomber: "Col Venezia è mancata l'ignoranza. Io sfortunato"

 di Redazione TuttoBari  articolo letto 9005 volte
Gyomber: "Col Venezia è mancata l'ignoranza. Io sfortunato"

Su di lui sono riservate gran parte delle speranze difensive del Bari. Norbert Gyomber, slovacco di proprietà della Roma, è arrivato a Bari per migliorare il rendimento della retroguardia biancorossa. Oggi l'ex Catania si è presentato alla sua nuova piazza: "Da quando sono qui non abbiamo fatto tante cose tatticamente, ma ci siamo allenati duramente, sono rimasto un po' sorpreso dal livello degli allenamenti qui: né a Roma né a Pescara ho lavorato così. La sconfitta col Venezia? Abbiamo fatto possesso palla tutta la partita, è mancata un pizzico di ignoranza davanti alla porta".

A chi gli chiede se sarà lui il leader della difesa risponde: "Non so se voglio essere leader, io voglio far parte della squadra e aiutare i miei compagni. E' vero che forse il Bari ha subito un po' di gol in più, ma speriamo di fare noi più gol degli avversari".

Sulla carriera... "Penso che sono stato un po' sfortunato, sono due anni che ho infortuni. Spero quest'anno di fare bene e non avere finalmente infortuni. Questo chiedo. La trattativa col Bari? Ad una settimana dalla fine del mercato è uscita questa cosa, ho parlato col direttore sportivo e sono felice di essere qui".

Sulle caratteristiche tecniche e l'esperienza a Roma, al fianco di Totti, specifica: "A me piace giocare anche la palla e di testa penso che non sono scarso essendo alto. E' vero, mi hanno provato anche terzino e davanti la difesa: qualsiasi ruolo per me non è un problema. Totti? Mancherà tantissimo, una leggenda e un giocatore straordinario. Per quanto riguarda il nostro rapporto, lui ha parlato con me come con tutti gli altri, ma è stata veramente una fortuna per me stare in spogliatoio con lui".

Con la sua Slovacchia si sta giocando la qualificazione ai Mondiali. Probabile possa passare dallo spareggio (step a cui fa riferimento anche l'Italia di Ventura): "Abbiamo tutto nelle nostre mani, son rimaste due partite. Con la Scozia non possiamo perdere perché sono un punto dietro di noi, poi abbiamo Malta. Speriamo di arrivare secondi e vediamo chi affronteremo...".

Su come sfidare, invece, il Frosinone, Gyomber predica tranquillità: "Io credo che tutti gli avversari si possono bloccare giocando il meglio possibile. Solo questo può aiutare, tutti hanno qualità, saranno bravi ma speriamo di esserlo noi più di loro e vincere la partita".