Parigini: "Punto ai dieci gol, mi ha convinto il mister. Bari, che piazza!"

 di Gianluca Sasso  articolo letto 8893 volte
Vittorio Parigini
© foto di LR Press
Vittorio Parigini

"Questa neve mi ricorda il Nord, ma arriverà il bel tempo" - Si presenta così Vittorio Parigini alla stampa, dopo aver effettuato l'allenamento pomeridiano. "Sono felice di essere qui - ha subito aggiunto il giovane esterno offensivo - Bari è una piazza esigente, e per questo sono voluto scendere in serie B. Finalmente giocherò in questo stadio: negli anni scorsi, varie vicissitudini me l'hanno impedito".

L'ultimo periodo non è stato fortunato a Verona ma Parigini non rinnega la scelta presa in estate: "Il Chievo è una società seria, sono contento di averne fatto parte anche se ho giocato molto poco. C'era un problema tattico: non sono una punta e quindi non trovavo molto spazio. Mi piace agire da ala in un 4-3-3 o 4-4-2".

Poi, le chiamate di Colantuono e Sogliano e l'arrivo in biancorosso via Torino: "Il mister mi ha convinto in dieci minuti. Già in estate avevo ricevuto un'offerta dal Bari ma ho voluto tentare il grande salto in A. Durante i mesi a Verona, ho capito che mi serviva fare ancora esperienza tra i cadetti. Non ho esitato ad accettare Bari, è una piazza ambiziosa. Ora penso solo al presente, tra sei mesi valuteremo il da farsi col Torino. Punto a segnare dieci reti con la casacca biancorossa".

"Non temo la panchina - ha concluso Parigini - stare fuori per una partita non è la fine del mondo anzi, sarò pronto ad incitare e dare una mano ai miei compagni di squadra".