La Covisoc boccia Bari, Cesena e Avellino. I tre club sono esclusi dal campionato. C'è tempo fino a lunedì

12.07.2018 21:20 di Redazione TuttoBari  articolo letto 75165 volte
La Covisoc boccia Bari, Cesena e Avellino. I tre club sono esclusi dal campionato. C'è tempo fino a lunedì

21.20 - Come previsto la terribile crisi societaria comincia ad avere le prime ripercussioni sul futuro, sempre più nebuloso, dell'FC Bari. La Covisoc ha rigettato la richiesta del club pugliese d'iscriversi al prossimo campionato di serie B. Un evento storico che rischia di macchiare in maniera indelebile la ultracentenaria storia del Bari. Rigettate anche le richieste di Cesena e Avellino. Le società interessate hanno tempo fino alle 19 di lunedì 16 luglio per regolarizzare la loro posizione e chiedere la riammissione. Quattro giorni dopo, il 20 luglio, la Figc in base al parere della Commissioni emetterà il verdetto finale. 

20.48 - Intanto, stando al Tg3 Puglia, un imprenditore barese che ha preferito l'anonimato, sarebbe interessato da solo a versare i 3 milioni di euro e salvare il Bari e ha preso 24 ore di tempo per rispondere al Sindaco. Già stamattina Decaro ha ricevuto alcuni imprenditori a cui sono stati presentati i bilanci del Bari.

20.13 - Comunicazione dalla società:

Nel pomeriggio la squadra si è ritrovata al San Nicola per il primo allenamento sotto la direzione del tecnico Mauro Zironelli. Domani è prevista la partenza per Montagnaga di Pinè

19.04 - Si attende intanto solo l'annuncio ufficiale circa la bocciatura odierna da parte della Covisoc della domanda di iscrizione del Bari. Decisione scontata ma che ammette soluzioni nei prossimi giorni.

18.53 - Il Bari posta su Facebook l'augurio a Zironelli e alla squadra: "Primo allenamento al San Nicola. Un benvenuto a mister Zironelli e al suo staff. ♥". Una situazione evidentemente rocambolesca, alla luce del grande momento di difficoltà che si registra in società.

18.46 - La palla è dunque tornata in mano a Giancaspro. Il nuovo comunicato ufficializza la partita in corso, apparentemente risolta in favore dell'attuale presidente che condurrà personalmente la fase di salvataggio del club. Un'impresa difficile.

17.10 - C'è il nuovo comunicato del Bari:

F.C. Bari 1908 S.p.a. comunica formalmente quanto già di dominio pubblico e diffuso ampiamente a mezzo mass media a decorrere dalla serata di ieri.

Il Consiglio di Amministrazione, con delibera adottata in data 11 luglio 2018 al termine della riunione iniziata in data 9 luglio 2018, ha dichiarato aperta la fase del collocamento anche presso terzi, inclusi quindi i Soci già detentori delle azioni inoptate, per la sottoscrizione della quota rimasta inoptata dell’aumento di capitale pari al 99,37% di € 4.591.907,00=.

Il Socio Kreare Impresa S.r.l. ha immediatamente sottoscritto in data 11 luglio 2018 l’aumento di capitale per l’importo di € 1.488.450,49=, imputando i versamenti personalizzati in conto futuro aumento capitale e gli ulteriori versamenti già eseguiti a favore della Società in data 6 luglio 2018, che si aggiungono al versamento eseguito dall’altro Socio Dott. Gianluca Paparesta per l’importo di € 28.929,01=, contestualmente all’esercizio del diritto di opzione per la sottoscrizione dello 0,63% dell’aumento di capitale, dallo stesso sottoscritto in data 6 luglio 2018.

L’aumento di capitale fino all’importo complessivo di € 4.591.907,00= deve quindi essere sottoscritto da qualunque interessato, ivi compresi gli stessi Soci, per il residuo importo di € 3.074.527,50=, con versamento contestuale della somma complessiva di € 2.999.527,50=, necessaria al ripianamento integrale della residua perdita ed alla liberazione del 25% del nuovo capitale sociale di € 100.000,00=.

Le sottoscrizioni anche individuali, con un minimo di € 500.000,00=, dovranno pervenire via p.e.c., od essere consegnate a mani del legale rappresentante Dott. Cosmo Antonio Giancaspro e del responsabile dell’amministrazione Dott.ssa Antonella Indiveri, ed essere accompagnate dal contestuale versamento della quota sottoscritta, a mezzo assegno circolare intestato ad F.C. Bari 1908 S.p.a. o bonifico bancario su uno dei conti correnti intestati ad F.C. Bari 1908 S.p.a., con causale “sottoscrizione aumento di capitale deliberato in data 15 giugno 2018”.

Le somme raccolte potranno essere utilizzate dalla Società, soltanto nel caso di raggiungimento della somma ancora necessaria per l’integrale sottoscrizione dell’aumento di capitale deliberato dall’Assemblea Straordinaria dei Soci in data 15 giugno 2018, pari ad € 3.074.527,50= e con versamento contestuale complessivo di € 2.999.527,50=, e daranno diritto all’attribuzione a favore di ciascun aderente di un numero di azioni e di una partecipazione proporzionale alla sottoscrizione effettuata.

Nel caso di mancato raggiungimento della intera somma necessaria per l’integrale sottoscrizione dell’aumento di capitale, le somme versate verranno restituite a ciascun aderente.

Le sottoscrizioni ed i relativi versamenti dovranno pervenire a partire dalle ore 08.00 del 12 luglio 2018 fino alle ore 18.00 del 16 luglio 2018.

La direzione amministrativa di F.C. Bari 1908 S.p.A. è a disposizione di qualunque interessato per ogni informazione ritenuta necessaria.

16.12 - Mimmo Di Paola, ex manager di Aeroporti di Puglia, ad Antenna Sud: "Apertura tardiva. Chiunque non ha tecnicamente i tempi necessari per fare una valutazione dell'azienda. Il numero di giorni è assolutamente insufficiente. Io posso mettere a disposizione delle risorse per soccorrere il simbolo della città in un momento difficile. Se il Bari dovesse fallire? Il mio contributo ci sarebbe sempre: l'importante che la partita si giochi con regole responsabili".

16.02 - Così il sindaco Decaro come riportato da antennasud.com: "Mentre tutta la città è preoccupata per il futuro della sua squadra di calcio, la FC Bari 1908 continua a perdere ore preziose nel comunicare esaurientemente le condizioni per la ricapitalizzazione della società. Comunicati stampa che vengono diffusi e poi ritirati e voci più disparate che si rincorrono creano condizioni di instabilità, che compromettono reputazione e credibilità non solo della società di calcio ma della città intera, con il rischio di allontanare possibili investitori. Nessuna crisi si è mai affrontata sottraendo informazioni. Pertanto, invito tutti gli attori di questa vicenda, e in particolare il presidente Giancaspro, a garantire la massima trasparenza in queste ore decisive”.

15.28 - Interrogativi sul comunicato del Bari prima pubblicato e poi tolto. Si chiede lagazzettadelmezzogiorno.it: "La domanda sorge spontanea: qual è il motivo che ha portato al ritiro del comunicato? Forse altre modalità di versamento delle eventuali somme per l'adesione? O il cambio del luogo di consegna? Nelle prossime ore si capirà il perché..."

15.24 - Brienza a RadioSelene: "Ho mostrato interesse tempo fa. Non è possibile intervenire in una società che potrebbe avere problemi economici. Non giudico la proprietà altrui ed il lavoro altrui. Questa situazione è una società sportiva che porta il nome della città, di cui i tifosi si sentono co-proprietari. Io da qui sto lottando contro il tempo, l'interesse c'è. Le notizie che arrivano per intervenire sono confuse. Ad oggi l'ostacolo principale è il tempo".

15.05 - In attesa della delibera che apra di fatto alla possibilità di ingresso di nuovi soci. E intanto da Bisceglie si fa sempre più insistente la voce che vorrebbe il presidente Canonico pronto a salvare, ripartendo dalla serie C, in club: "Si fa sempre più strada l’idea di utilizzare il titolo sportivo del Bisceglie Calcio, detenuto da Nicola Canonico, che verrebbe trasferito al San Nicola per permettere a un “nuovo” Bari di ripartire almeno dalla serie C. L’imprenditore dovrebbe essere convocato informalmente dal sindaco Antonio Decaro per dare la propria disponibilità a entrare in gioco in prima persona se la situazione dovesse precipitare" si legge su telebari.it.

12.02 - Nessuna novità dalla società che stamani ha pubblicato un comunicato per poi rettificarlo con un annuncio di nuova comunicazione, non ancora arrivata. L'ennesima stranezza di ore convulse.

09.58 - A breve un nuovo comunicato. Ad annunciarlo la società: "Per un errore di trascrizione è stato pubblicato un comunicato non conforme a quanto stabilito dal CdA della Fc Bari 1908. A breve sarà diramato un nuovo comunicato".

08.15 - F.C. Bari 1908 S.p.a. comunica che il Consiglio di Amministrazione, con delibera adottata in data 11 luglio 2018 al termine della riunione iniziata in data 9 luglio 2018, ha dichiarato aperta la fase del collocamento anche presso terzi, inclusi quindi i Soci già detentori delle azioni inoptate, per la sottoscrizione della quota rimasta inoptata dell’aumento di capitale pari al 99,37% di € 4.591.907,00=.

Il Socio Kreare Impresa S.r.l. ha immediatamente sottoscritto in data 11 luglio 2018 l’aumento di capitale per l’importo di € 1.488.450,49=, imputando i versamenti personalizzati in conto futuro aumento capitale e gli ulteriori versamenti già eseguiti a favore della Società in data 6 luglio 2018, che si aggiungono al versamento eseguito dall’altro Socio Dott. Gianluca Paparesta per l’importo di € 28.929,01=, contestualmente all’esercizio del diritto di opzione per la sottoscrizione dello 0,63% dell’aumento di capitale, dallo stesso sottoscritto in data 6 luglio 2018.

L’aumento di capitale fino all’importo complessivo di € 4.591.907,00= deve quindi essere sottoscritto da qualunque interessato, ivi compresi gli stessi Soci, per il residuo importo di € 3.074.527,50=, con versamento contestuale della somma complessiva di € 2.999.527,50=, necessaria al ripianamento integrale della residua perdita ed alla liberazione del 25% del nuovo capitale sociale di € 100.000,00=.

Le sottoscrizioni anche individuali, con un minimo di € 500.000,00=, dovranno pervenire via p.e.c., od essere consegnate a mani del Notaio Dott. Michele Labriola, utilizzando preferibilmente lo schema che verrà diffuso nelle prossime ore, ed essere accompagnate dal contestuale versamento della quota sottoscritta, a mezzo assegno circolare intestato ad F.C. Bari 1908 S.p.a., da consegnare al Notaio Dott. Michele Labriola.

Le somme raccolte potranno essere utilizzate dalla Società, dietro autorizzazione del Notaio Dott. Michele Labriola, soltanto nel caso di raggiungimento della somma ancora necessaria per l’integrale sottoscrizione dell’aumento di capitale deliberato dall’Assemblea Straordinaria dei Soci in data 15 giugno 2018, pari ad € 3.074.527,50= e con versamento contestuale complessivo di € 2.999.527,50=, e daranno diritto all’attribuzione a favore di ciascun aderente di un numero di azioni e di una partecipazione proporzionale alla sottoscrizione effettuata.

Nel caso di mancato raggiungimento della intera somma necessaria per l’integrale sottoscrizione dell’aumento di capitale, le somme versate verranno restituite a ciascun aderente.

Le sottoscrizioni ed i relativi versamenti dovranno pervenire a partire dalle ore 08.00 del 12 luglio 2018 fino alle ore 18.00 del 16 luglio 2018.

Il Sindaco di Bari Dott. Antonio Decaro, il Notaio Dott. Michele Labriola, nonché ciascuno dei componenti del Consiglio di Amministrazione e del Collegio Sindacale, sono a disposizione di qualunque interessato per ogni informazione ritenuta necessaria.