A margine dell’inaugurazione della mostra “Un secolo d’Azzurro” avvenuta ieri pomeriggio a Bari, è intervenuto ai nostri microfoni Mauro Grimaldi, amministratore delegato Federcalcio Servizi, parlando a tutto tondo anche del club biancorosso: ”Il Bari culturalmente è stato sempre nel calcio che conta, è una grandissima città. Io che provengo dalla vicepresidenza della lega calcio professionisti ho avuto altre esperienze con società come il Parma o lo stesso Lecce, per esempio, che in poco tempo sono riusciti a risalire. Il Bari ha tutte le carte in regola per tornare nel calcio che conta in breve tempo perché ha una società seria. Il calcio è anche impresa, quando una società va male e scompare non è un danno solo per i tifosi ma anche per l’intera città, è un danno per la cultura e la storia del calcio, perché il Bari ha fatto la storia del calcio, quindi dal prossimo anno nei professionisti continuerà questo progetto che è iniziato in maniera intelligente da parte dei De Laurentiis, e sono sicuro che a breve ritroveremo il Bari ad altissimi livelli”.

Sulla possibilità che la famiglia De Laurentiis possa mantenere in futuro la duplice proprietà di Napoli e Bari anche in serie A, Grimaldi frena: “Questo è un discorso molto più grande di noi, si sta ragionando su tanti temi. Il calcio è una disciplina in evoluzione, non è escluso che in futuro ci possano essere dei cambiamenti. E’ un problema che in futuro verrà affrontato, al momento resta però difficile”.

L'intervista
Sezione: Esclusive / Data: Sab 6 Aprile 2019 alle 17:00
Autore: Giosè Monno
Vedi letture
Print