Bari, che muro! Quella di Cornacchini è la miglior difesa di tutta la D

20.11.2018 15:00 di Alessio D'Errico  articolo letto 6207 volte
Bari, che muro! Quella di Cornacchini è la miglior difesa di tutta la D

Concretezza, imbattibilità, miglior attacco del girone I, col Gela, e miglior difesa di tutta la Serie D. I numeri del nuovo Bari targato De Laurentiis sono esaltanti ed i risultati stanno confermando sul campo quanto preparato fuori dal rettangolo verde.

Il dato che più spicca, ovviamente, è quello dei gol subiti: sono solo 4 in 11 partite. Al San Nicola la squadra di Cornacchini è un muro invalicabile e solo la Sancataldese, all’esordio, ha provato la gioia di trafiggere la porta biancorossa tra le mura amiche. I campionati, convenzionalmente, si vincono grazie alle difese granitiche e per il momento i Galletti hanno sempre sfoderato prestazioni degne di note permettendo a Marfella di restare inoperoso per gran parte di molti match.

L’idea di puntare ed alternare il terzetto difensivo centrale d’esperienza e di sicuro affidamento, Di Cesare, Cacioli e Mattera, sta pagando in una categoria in cui emergere passa, spesso, dall’esperienza nei punti nevralgici del campo. Il Bari, inoltre, non ha mai subito gol per due partite consecutive: segno che l’attenzione e gli episodi stanno dando ragione ad una squadra che gioca col “peso” di dover vincere a tutti costi, fattore che nel corso degli anni ha spesso e volentieri rallentato molte corazzate in diverse categorie.

Alle spalle del Bari, coi suoi 4 gol subiti, la seconda miglior difesa di tutta la Serie D è sempre presente nel girone I: è proprio la Palmese ultimo avversario dei biancorossi che, in seguito al gol di Mattera, ha perso il primato. A chiudere il podio c’è un’altra nobile decaduta il Cesena: i romagnoli, infatti, hanno subito solo 6 reti ma nonostante ciò faticano a trovare una continuità ed occupano la seconda posizione del girone F a 5 punti dal Matelica.

Compattezza ed esperienza: in questa prima parte di stagione Cornacchini è riuscito a trovare la chiave per subire il meno possibile. I risultati, in campo ed in classifica sono ben chiari: ad oggi il Bari è la squadra più difficile da battere in Serie D.