Ad un mese esatto dall’inizio del calciomercato le società italiane iniziano con le proprie riflessioni per prepararsi al meglio alla sessione di gennaio che da sempre si presenta come breve ed intensissima. Ma cosa potrebbe cambiare nella rosa del Bari?

I portieri resteranno gli stessi con l’accoppiata iper collaudata formata da Frattali e Marfella che non presenta problemi di carattere tecnico. Discorso diverso per la difesa, reparto in cui il Bari ha mostrato in alcune partite diverse difficoltà, pur potendo contare su un pacchetto che in generale regala affidamento ed esperienza.

Dando per scontata la permanenza degli effettivi che sin qui sono stati impiegati di più, Celiento, Di Cesare, Sabbione e Perrotta, la partenza di Esposito appare scontata e le condizioni fisiche di Minelli dovranno essere monitorate. È dunque ipotizzabile un intervento in questo reparto con, magari, un difensore rapido da aggiungere al lotto a cui anche Matteo Ciofani per caratteristiche potrebbe essere aggregato.

Nel reparto mediano della squadra diversi gli spunti di riflessione: sulle fasce ad oggi sono 5 i calciatori presenti ma la possibile partenza di Corsinelli, fuori dagli schemi, porterà a riflettere sull’eventuale acquisto di un esterno duttile, ruolo ad oggi ricoperto da Semenzato non senza difficoltà. A destra il rientro di Andreoni a pieno regime dovrebbe dare definitivamente ad Auteri la possibilità di poter alternare l’ex Ascoli e Ciofani in base alle esigenze.

In mezzo al campo Hamlili potrebbe lasciare: il feeling con Auteri non è scattato e Maita, De Risio, Lollo e Bianco sono nettamente più avanti nelle gerarchie. Resterà da capire se con l’uscita dell’italo-marocchino il Bari andrà ad innalzare la cifra tecnica del reparto con un nuovo innesto o se si deciderà di andare avanti coi 4 elementi succitati. Possibile, in tal senso, che il Bari non lasci nulla di intentato e operi con determinazione per innalzare la qualità nel reparto nevralgico del suo centrocampo.

L’attacco è ad oggi il reparto che potrebbe prevedere meno interventi. Ritoccare ancor di più verso l'alto la qualità di un lotto già ricchissimo potrebbe essere l'idea. La gestione De Laurentiis ha abituato a non lasciare nulla al caso e soprattutto se qualcuno dovesse partire, potrebbero arrivare elementi di livello, come nei fatti quelli arrivati nella sessione estiva del calciomercato. Una situazione che passerà, inevitabilmente, dai riscontri che i vari Citro, Montalto, Candellone e Simeri, forniranno durante questo mese.

Sezione: Focus / Data: Mer 02 dicembre 2020 alle 22:00
Autore: Alessio D'Errico
Vedi letture
Print