Non è iniziato nel migliore dei modi il 2020 del Bari lontano dal San Nicola. La compagine biancorossa sul neutro di Castellammare ha conquistato il quarto pareggio consecutivo in trasferta. Un dato inusuale e che non capitava dalla Serie B 1993-1994, dove però i galletti riuscirono a trovare la promozione. Terzo 1-1 nel nuovo anno per la formazione di Vivarini, al 22esimo risultato utile, dopo quelli di Viterbo e Reggio Calabria.

Molti numeri però rimangono positivi. Fuori casa i biancorossi sono il miglior attacco del Girone C, 22 reti come la Reggina, e la miglior difesa, 9 gol incassati al pari del Monopoli, nonostante Frattali non riesca a mantenere la porta inviolata da 4 partite. Nel girone di ritorno il Bari è la squadra che ha conquistato più punti, 16, davanti a Francavilla (15), Reggina e Monopoli (14). 

La Cavese si conferma un avversario storicamente ostico. In trasferta non si è mai riusciti ad ottenere bottino pieno, anzi la rete realizzata da Antenucci è stata la prima da parte di un calciatore del Bari in terra campana. L'attaccante conferma così il suo grande momento di forma, 18 in campionato e a segno da quattro partite (massimo stagionale è cinque). 

Prima panchina per scelta tecnica per Perrotta mentre il compagno di reparto Sabbione si conferma come l'unico sempre presente e titolare in stagione. Simeri, invece, raggiunge, la 60esima apparizione in maglia biancorossa, dietro solo a Di Cesare nell'attuale rosa. Il centravanti campano non sta però riuscendo ad incidere in zona gol, cinque partite a secco e in trasferta non segna dal 15 dicembre, data dell'ultimo successo del Bari, lo 0-3 sul terreno della Casertana.

Sezione: Focus / Data: Lun 24 febbraio 2020 alle 18:20
Autore: Gianmaria De Candia
Vedi letture
Print