Serie D, strapotere Bari. Il valore della seconda squadra del girone è raggiunto con quattro giocatori. Ed il solo Bollino vale Città di Messina e Marsala

03.09.2018 19:00 di Raffaele Digirolamo   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Serie D, strapotere Bari. Il valore della seconda squadra del girone è raggiunto con quattro giocatori. Ed il solo Bollino vale Città di Messina e Marsala

I campionati, si sa, si vincono sul campo e non con i numeri; ma è anche vero che questi ultimi posso essere indicativi e mostrare il valore delle forze in campo. Da questo punto di vista i dati relativi al valore di mercato dei giocatori biancorossi sembrano giustificare l'ottimismo che, da qualche settimana, grava intorno alla piazza barese.

Stando ai valori di mercato presenti sul sito Transfermarkt​​​​​​, la somma dei valori di mercato della nuova SSC Bari (2,13 milioni) risulta praticamente il doppio di quella della seconda squadra, la Turris (ferma ad 1,08 milioni).

Il valore di mercato della squadra campana, inoltre, il club di Aurelio De Laurentiis lo raggiunge con solo quattro giocatori: Simone Simeri, Mauro Bollino, Franco Brienza e Zaccaria Hamlili, infatti, insieme toccano quota 1,1 milioni, superando di poco quella della Turris.

Ultimo dato emblematico e paradossale: Il solo Bollino, giocatore del Bari dal valore di mercato maggiore, equivale a quello di diverse compagini. Togliendo Troina, Igea Virtus e Acireale, la cui costruzione è ancora un cantiere aperto, il giocatore siciliano vale, da solo, quanto le intere rose di Città di Messina e Marsala.

Sono dati che non consentono al Bari di abbassare la guardia; la Serie D è un campionato difficile, che va affrontato con la massima grinta e con la massima attenzione, ma che quantomeno giustificano i sogni del popolo biancorosso, convinto che il galletto, in questa categoria, sia solo di passaggio.