Verso Bari-Nocerina, il cammino delle due regine del girone I...

15.11.2018 16:00 di Giovanni Cecca   Vedi letture
Verso Bari-Nocerina, il cammino delle due regine del girone I...

Mancano poco più di due settimane al big match tra Bari e Nocerina, fissato per domenica 2 dicembre al San Nicola. Nell’ultimo turno infrasettimanale entrambe le società hanno pareggiato per 1-1. Il Bari con il Castrovillari, la squadra di Nocera con il Troina.

Nelle due partite che precedono il grande match di inizio dicembre i rossoneri si scontreranno con due avversari abbastanza agevoli: la Sancataldese, domenica 18 novembre fuori casa, al momento dodicesima in campionato, e una settimana dopo il Rotonda, tra le proprie mura, ultimo nel girone I. In queste sfide saranno decisive le difese: se la Nocerina è tra le migliori del proprio girone (appena 7 reti subite, dietro solo a Bari e Palmese), Sancataldese e Rotonda sono le peggiori visto che hanno subito rispettivamente 17 e 18 gol. Altra chiave di lettura sarà l’incisività dell’attacco dei molossi: solo 12 gol fatti, settimo attacco del girone. Riusciranno, nonostante i numeri poco entusiasmanti, ad approfittare delle instabili retroguardie avversarie per arrivare a punteggio pieno al San Nicola?

A differenza dei campani il Bari si ritrova un calendario abbastanza complesso: 18 novembre in casa contro la Palmese, al momento sesta forza del girone, poi la trasferta a Gela il 25 novembre, contro la quarta forza del campionato. Il pareggio con il Castrovillari ha mostrato un Bari opaco, che non è riuscito a dare ritmo alla partita, risultando blando. Nonostante il pareggio però il tesoretto di 5 punti di distacco sulla Nocerina non ha conosciuto decurtazioni, e questo è sicuramente un grosso vantaggio.

I PROSSIMI AVVERSARI - La Palmese, insieme al Bari, è la migliore difesa del campionato, solo 4 gol subiti. Ma allo stesso tempo è tra i peggiori attacchi: solo 7 gol fatti. Insomma una squadra cinica che sa sfruttare le occasioni che le capitano, come dimostrano i 16 punti fin qui ottenuti. Musica completamente diversa per il Gela: secondo miglior attacco del campionato (21 gol fatti), ma difesa fin troppo ballerina. Son ben 16 le reti subite in questa stagione, terza peggiore difesa del girone insieme alla Cittanovese e all’Acireale. Cornacchini nelle prossime due settimane sarà quindi chiamato a preparare due partite completamente diverse: una gara d’assalto per superare il fortino difensivo della Palmese mentre con il Gela servirà essere più cauti, avendo comunque l'obbligo di fare la partita in virtù delle maggiori doti tecniche presenti in rosa. Insomma due grandi esami per il Bari prima del grande match del 2 dicembre.