Il Bari risponde alle concorrenti e piega 3-0 il Bisceglie nella trasferta del Ventura. Nel primo tempo i biancorossi ipotecano la sfida grazie alla doppietta di Antenucci. Chiude il discorso Di Cesare con una precisa incornata sotto la traversa. Galletti quarti a quota 26: il distacco dalla capolista Reggina resta di otto lunghezze.

Di seguito le pagelle:

FRATTALI 6 Non deve compiere interventi rilevanti. Spettatore non pagante;

BERRA 6 Prestazione sufficiente. Sa quando affondare e quando è più giusto rimaner bloccato sull’out destro;

DI CESARE 7 Dalle sue parti non si passa. Imperioso il colpo di testa con cui batte Casadei e mette ko i nerazzurri;

SABBIONE 6.5 Attento a non concedere spazi alle punte di casa. Ingenuo nel finale quando rimedia un inutile cartellino giallo;

PERROTTA 6.5 La sua prima da terzino sinistro è positiva. Spinge e difende con ordine;

BIANCO 7 Quando non c’è, la sua assenza si fa sentire. Torna a dettare i tempi e a mettere ordine a metà campo. Imprescindibile nello scacchiere di Vivarini;

SCHIAVONE 6.5 Non replica l’opaca prestazione di domenica scorsa. Scaltro nel procurarsi il rigore dal quale scaturisce lo 0-1;

HAMLILI 6.5 Rappresenta un'altra pedina fondamentale. Pregevole l’assist con cui manda in porta Antenucci in occasione del raddoppio;

TERRANI 6 Cerca di impensierire la difesa biscegliese ma le sue sortite non risultano particolarmente fortunate;

SIMERI 6.5 Generoso. Spesso lontano dall’area di rigore avversaria, lotta su ogni palla svolgendo un lavoro incredibile per la squadra;

ANTENUCCI 7.5 Dal dischetto non sbaglia mai. Poi è spietato nel battere Casadei con un preciso piattone. E arriva a quota nove in campionato, undici in stagione;

FLORIANO 6 Entra sullo 0-3, e commette qualche errore in fase di appoggio. Deve crescere nel nuovo ruolo da trequartista;

CORSINELLI 6 Va a rimpinguare la mediana, dando maggiore solidità al reparto;

COSTA sv

FERRARI sv

AWUA sv

VIVARINI 6.5 Ottiene il nono risultato utile consecutivo e la quinta vittoria da quando siede sulla panchina biancorossa. Per la prima volta schiera i suoi con la difesa a quattro e la scelta si rivela vincente. Per avere ulteriori conferme, bisognerà attendere test più probanti, a cominciare dalla prossima trasferta a Pagani.

Sezione: Il Pagellone / Data: Dom 10 Novembre 2019 alle 19:50
Autore: Mario Caprioli
Vedi letture
Print