Tello e Petriccione super, regge la difesa: le pagelle dei biancorossi

18.11.2017 18:30 di Gianluca Sasso  articolo letto 13370 volte
© foto di www.imagephotoagency.it
Tello e Petriccione super, regge la difesa: le pagelle dei biancorossi

Vittoria importante per il Bari sul campo del Novara. Grazie alle reti di Petriccione e Anderson, i galletti si proiettano in cima alla classifica in coabitazione con il Parma e in attesa del posticipo di lunedì sera tra Palermo e Cittadella. Non è servita ai padroni di casa la rete dell’ex Maniero, entrato a gara in corso, siglata a tempo scaduto.

Di seguito, le pagelle dei biancorossi:

MICAI 6,5 – Da brividi l’uscita del primo tempo che gli costa l’ammonizione. Nel secondo tempo è assedio Novara: decisivo sulla conclusione di Di Mariano da pochi passi, nulla può sulla zuccata di Maniero a tempo scaduto;

ANDERSON 7– È il talismano di questo Bari? Tre gare, sette punti. Ha gamba e strapotere fisico. Entra nell’azione del vantaggio, chiude i conti nel finale con freddezza dopo una delle sue interminabili cavalcate sulla fascia;

TONUCCI 7 – Rischia molto in avvio con l’intervento su Da Cruz, il primo tempo è di sofferenza. Nel secondo indossa l’elmetto e giganteggia nelle mischie in area arrestando ogni attacco dell’artiglieria novarese;

GYOMBER 6 – Alterna pasticci e chiusure. Più disordinato del solito, nella ripresa, con Tonucci, forma il muro che barcolla ma non crolla;

FIAMOZZI 6 – Ancora adattato in una posizione a lui poco congeniale, se la cava con mestiere. Il Novara spinge poco dalle sue parti ma è sempre lì, mai distratto. Puntuale nelle diagonali;

TELLO 7,5 – Pressa, corre, recupera, rilancia l’azione. Non può essere sempre preciso visto il lavoro che compie. Primi cinque minuti della ripresa devastanti: cross per Cissè e miracolo di Montipò. Pochi attimi dopo l’assist vincente per Petriccione. Si “rivede” nel finale, con l’altro passaggio-gol per Anderson;

BASHA 6 – Non può avere i 90 minuti nelle gambe ma i 65 che gioca sono di qualità. Uscito l’albanese, il Bari fatica a ripartire. Buona gestione della palla, esce stremato;

PETRICCIONE 7,5 – Non soffre il passaggio a mezz’ala sinistra e nel primo tempo soporifero del Bari è tra i migliori: superiorità legittimata dall’inserimento letale che coglie impreparata la difesa del Novara. Prezioso nel finale dove sale in cattedra. È lui ad imbastire la manovra della seconda rete con un filtrante per Tello;

GALANO 6 – In ombra rispetto alle scorse uscite ma lavora molto in fase di non possesso, soprattutto quando il Novara spinge forsennatamente alla ricerca del pari. Non è neanche fortunato: sbaglia un gol facile facile da pochi passi;

IMPROTA 6 – Stesso discorso fatto per Galano. Non manca il sacrificio ma ha pochissime opportunità per mettersi in mostra dalle parti di Montipò;

CISSE’ 6 – Ha due chances, una per tempo. Prima mette fuori da buona posizione, poi il suo bel colpo di testa è deviato in angolo da un intervento prodigioso del portiere di casa;

BUSELLATO 6 – Entra per far rifiatare Basha e dare sostanza al centrocampo: missione compiuta. Ammonito, salterà il derby contro il Foggia;

BRIENZA 6 – Rileva Galano ed è utile nel concitato finale. Tiene palla, smista con intelligenza, fa respirare la squadra. Il solito maestro;

FLORO FLORES 6 – Pochi spiccioli di gara, un tiro a lato nel finale;

GROSSO 7 – Bastano cinque minuti di vero Bari per avere la meglio sul Novara: buon segno! Le mezz’ali rompono l’equilibrio e Anderson, scommessa vinta, la chiude. Rompe il digiuno esterno che durava da quasi nove mesi, è primo in classifica in attesa del Palermo. Si può chiedere di più?