Il Bari degli ultimi tempi non sembra più così imperforabile in difesa, pur rimanendo una delle migliori squadre in Italia sotto questo aspetto. Ed è curioso notare come sui 12 gol subiti in campionato fino a questo momento, ben siano arrivati da palla ferma (angoli o punizioni), la metà. Situazione in cui la difesa dovrebbe essere più che schierata. Questo fa capire come il Bari pecchi di attenzione, in alcuni frangenti di partita.

Di seguito, vediamo nel dettaglio come sono nate tutte queste reti.

MARSALA-BARI (angolo) - Con il Marsala, il Bari subì la rete del pareggio da calcio d’angolo. Qui, nonostante la stretta marcatura a uomo di Aloisi, il giovane terzino si lasciò anticipare di testa da Prezzabile.

ROTONDA-BARI (punizione) - Da una punizione al limite dell’area, il Bari subì la rete del momentaneo pareggio della squadra lucana. La palla calciata dal numero 10 del Rotonda, Di Stefano, prese una strana traiettoria. Ma furono evidenti le colpe del portiere Marfella. Posizionò male la barriera e iniziò a spostarsi verso il palo opposto prima ancora di veder partire la sfera.

BARI-ROCCELLA (angolo) - Con la squadra siciliana, la rete incriminata fu quella che, di fatto, riaprì la gara. Qui la responsabilità fu collettiva. La difesa del Bari si abbassò troppo verso la propria porta, Marfella non rischiò l’uscita a causa del cross tagliato e Hamlili perse la marcatura dell’ex Colaianni, lesto a spingere da 2 metri la palla in rete.

SANCATALDESE-BARI (punizione) - Nella prima volta in cui il Bari passò in svantaggio in serie D, ancora Ficarrotta punì i biancorossi con una punizione d’astuzia. Palla che passò sotto le gambe dei calciatori in barriera. Qui le colpe non furono di nessuno, solo meriti all’invenzione dell’attaccante.

CITTANOVESE-BARI (punizione) - Ancora una volta barriera posizionata non benissimo, ancora gol sul palo del portiere. Sebbene il tiro di Crucitti fu abbastanza potente, Marfella reagì notevolmente in ritardo, lasciandosi ingannare dal rimbalzo ravvicinato della palla.

TURRIS-BARI (punizione) - Nell’ultima rete subita, nonostante la barriera avesse respinto il tiro, la grossa indecisione di Marfella e la difesa, completamente imbambolata sulla respinta, hanno causato la vittoria dei corallini.

Aspetti su cui lavorare con attenzione, se non si vogliono regalare gol, o peggio punti, in campionato. I numeri parlano chiaro, mister Cornacchini e calciatori, sono avvisati.

Sezione: In Primo Piano / Data: Mer 6 Febbraio 2019 alle 20:00
Autore: Gabriele Bisceglie
Vedi letture
Print