Alla scoperta di... Terrani. Dalla NextGen con l'Inter alla serie B

03.07.2019 15:00 di Claudio Mele   Vedi letture
Alla  scoperta  di... Terrani. Dalla NextGen con l'Inter alla serie B

Crescono le possibilità di vedere Giovanni Terrani al Bari. Il ragazzo, classe 1994, è un esterno d'attacco che predilige giocare sulla sinistra, ma che può agire anche sulla fascia opposta, o anche essere utilizzato da seconda punta o come punta centrale. Un giocatore, dunque, che fa dell'eclettismo e sacrificio le sue doti principali. Non solo è bravo tecnicamente, ma possiede anche una buona rapidità nello stretto, abbinata ad una buona capacità di corsa e un buon dribbling.

Terrani cresce nel settore giovanile dell'Inter, nell'annata dei vari Duncan, Bessa e Longo. Con la primavera nerazzurra, nella stagione 2011-2012, parteciperà alla prima edizione del NextGeneration Series, vincendola insieme al Campionato Primavera. Da allora inizia a girovagare nelle serie minori tra Monza e Pro Patria dove gioca con continuità senza però realizzare molti goal.

La svolta è rappresentata dalle due stagioni successive con la maglia della Lucchese, dove in 52 presenze realizzerà 12 reti. A gennaio 2017, arriva così la chiamata dalla cadetteria. In particolare è Cristian Bucchi, nuovo allenatore del Perugia, che lo vuole a tutti i costi. Con la squadra umbra giocherà la restante parte di stagione con 17 presenze e 2 reti, venendo eliminato ai play-off dal Benevento.

Le due stagioni successive continua a giocare con il Perugia, dove però non brillerà mai del tutto, peccando di discontinuità. A gennaio di quest'anno arriva l'offerta del Piacenza, che forte di un'alta classifica vuole puntellare la rosa per raggiungere la serie B. Insieme al probabile prossimo attaccante biancorosso Franco Ferrari, arrivato dal Brescia, disputerà un ottima metà di stagione, ma che non basterà agli emiliani per arrivare in serie B, perdendo la prima posizione in classifica all'ultima giornata e i play-off in finale. 

Adesso per Terrani può arrivare la nuova rivincita a Bari, per dimostrare tutto il suo valore.