Bari, chi sale e chi scende. Simeri-Langella decisivi, per Nannini...

05.11.2018 18:00 di Mario Caprioli  articolo letto 5722 volte
Bari, chi sale e chi scende. Simeri-Langella decisivi, per Nannini...

Quella del Tupparello è stata un'encomiabile prova di forza del Bari. Per molti aspetti la più brillante gara di Bolzoni e compagni in questo campionato. Innumerevoli gli aspetti positivi: dalle scelte a gara in corso di Cornacchini al grande carattere mostrato dal gruppo biancorosso, ora unito come non mai. 

CHI SALE - Un plauso va attribuito al tecnico biancorosso, geniale nel cambiare gli effettivi a sua disposizione. Lodevole Simeri: l'ex Juve Stabia è entrato in campo con la giusta cattiveria e, in pochi minuti, è riuscito a timbrare il tabellino e a servire un assist al bacio per Langella. Anche il giovane ragazzo classe 2000 ha sfruttato al meglio l'occasione. Preciso il diagonale con cui ha battuto l'estremo difensore di casa. Positiva la prova di Brienza, nonostante le pessime condizioni del terreno di gioco: pregevole l'assist per Simeri che ha permesso ai biancorossi di andare sull'1-2. Confermano l'ottimo stato di forma anche Piovanello (sfortunato in occasione del palo) e Di Cesare, baluardo della retroguardia.

CHI SCENDE - Nessun campanello d'allarme, ci mancherebbe, ma Nannini, positivo in altre occasioni, ieri è risultato per distacco il peggiore dei suoi. Spesso approssimativo nelle giocate e poco attento in fase di copertura. Due gli svarioni più marchiani: la marcatura blanda in occasione del pari di Leotta e l'errore che ha costretto al fallo Mattera, poi espulso ingiustamente. Ma anche da questi errori bisogna ripartire per crescere e per acquisire dimestichezza in un campionato che non permette momenti di rilassatezza.