Intervento settimanale, ai microfoni di RadioBari, per il presidente Luigi De Laurentiis. Dopo la sconfitta con la Turris, il Bari è chiamato a rialzarsi. Cornacchini ha accusato la squadra di mancanza di cattiveria: "Io trovo comprensibile il suo sfogo. Ogni partita è come se fosse una finale: la D è difficile, quando si arriva a giocare con la Turris su un campo sintetico, con mille problematiche, tutto deve essere ben preparato. Noi abbiamo entusiasmo nel cercare di preparare ogni partita, non è che siccome siamo il Bari cambi qualcosa. La palla è rotonda. Il mister ci crede tanto, è concentratissimo, ovviamente era dispiaciuto per non aver visto il gruppo rispondere".

"Io sono tranquillo, sono soprattutto tranquillizzato dal fatto che se si sono avvicinate le altre squadre il gruppo sarà più concentrato. A volte fa bene anche questo, si riesce a trovare una motivazione in più", prosegue De Laurentiis

Lo stadio e i petali dell'astronave: "Al momento appartiene alla manutenzione straordinaria, a carico del Comune. Vedremo cosa faranno. Stiamo parlando per futuri progetti di abbellimento dello stadio".

Chiarimenti e curiosità varie... "Le nuove magliette? C'è stato un ritardo, arriveranno a Marzo. A brevissimo comunicheremo operazioni di marketing per avvicinare famiglie e bambini. Ad oggi abbiamo già fatto due agevolazioni che riguardano bambini, donne e anziani. Il film La meravigliosa stagione fallimentare? L'ho visto, me l'hanno regalato appena sono arrivato a Bari. Mi sono reso conto dell'amore che i baresi hanno per la squadra. La mia presenza? Son sempre stato a Bari. In questo momento mi trovo a Bari. Le trasferte? Io sono scaramantico, vediamo se ci sarà la trasferta giusta per esserci. I panzerotti della signora Franca? Sono eccezionali. Mio padre? Sono simile a lui nella concentrazione, nella dedizione e nei valori lavorativi. L'aspetto diverso è l'approccio caratteriale e la cultura del management. Devo ringraziarlo perché mi ha fatto studiare in America, gli insegnamenti lì erano molto avanti. Siamo diversi in certe cose, soprattutto nella gestione delle risorse umane. Acquistare il Palermo? Penso solo al Bari. Sanremo? Amo Venditti, sto pensando a ieri quando ha cantato Notte prima degli esami, non c'è titolo migliore per la gara col Marsala".

Sezione: In Primo Piano / Data: Ven 8 Febbraio 2019 alle 09:30
Autore: Redazione TuttoBari
Vedi letture
Print