Dentro il tifo biancorosso - Il gruppo social: "Il tifoso ragiona con..."

12.02.2019 21:00 di Raffaele Digirolamo  articolo letto 8924 volte
© foto di Giacomo Morini
Dentro il tifo biancorosso - Il gruppo social: "Il tifoso ragiona con..."

La rivoluzione digitale ha cambiato, negli ultimi anni, abitudini e modi di fare di miliardi di persone sparse attraverso il mondo. Anche il calcio non è stato esente da trasformazioni, venendo rivoluzionato da strumenti come "gol line technology" o "video assistent refree", meglio nota come VAR. Anche il mondo del tifo, però, è cambiato con il progredire del tempo, spostando la consueta "chiacchiera da Bar" nelle piazze virtuali dei social network. 

La rubrica di TuttoBari.com volta ad analizzare, conoscere ed approfondire il mondo del tifo biancorosso ha ascoltato Antonio Genchi, gestore di "Tutti Pazzi per la Bari", uno dei gruppi di tifosi più popolari su Facebook. L'obiettivo è quello di raccontare come, i supporters del Bari, vivono la passione della propria squadra attraverso i canali digitali: "i social network oggi hanno sostituito quello che era il Bar dello Sport, un luogo dove ci si poteva trovare per discutere di Bari e calcio in generale", ha affermato ai nostri microfoni, "ed tanti tifosi si ritrovano, ogni giorno, per parlare della propria squadra del cuore".

Genchi, che negli ultimi anni ha avuto modo di approcciarsi con migliaia di tifosi, ha parlato dei supporters baresi, specificando gli aspetti in cui potrebbero ancora maturare: "Il tifoso, a differenza di un addetto ai lavori, ragiona più con la pancia che con la testa. Forse dovremmo essere più tranquilli e pazienti, anche dopo una sconfitta o una brutta prestazione. Bisognerebbe ragionare di più e farsi prendere meno dalla frenesia. Per il resto questo pubblico è fantastico, c'è poco da dire".

La diversità di vedute è il sale della democrazia e, dunque, è fondamentale il qualsiasi aspetto della vita. Gestendo un gruppo così importante, però, può capitare di dover sedare gli animi in discussioni particolarmente accese: "Io cerco di intervenire il meno possibile, ma mi è capitato di dover stoppare risse verbali o commenti che hanno fatto nascere discussioni anche accese fra gli utenti. Per questo motivo, da un po' di tempo, ho messo anche l’approvazione dei post, che prima di essere pubblicati dovranno passare da me. Serve per stoppare a monte discussioni che possono sfociare in toni violenti. Oggi, però, Bari è più compatta, soprattutto intorno alla società. Negli ultimi anni quest'unione non si era mai verificata".

Genchi si lascia andare ad un commento sull'attuale periodo biancorosso: "Il Bari in questa categoria è di passaggio. Per vincere i campionati la società è fondamentale più della squadra, e dunque questa squadra l’ha fatta da padrone. Passaggi a vuoto possono capitare, come accaduto negli ultimi due mesi, dove ci sono state sconfitte e vittorie soffferte, come quella di San Cataldo. La squadra merita la sua posizione in classifica; volendo trovare il pelo dell’uovo, nel mercato di gennaio si poteva fare meglio".