Nella giornata di ieri, il Bari è riuscito a strappare un pareggio al Massimino, dopo aver rischiato di tornare in Puglia senza alcun punto. In una partita sporca, che ha tenuto i tifosi baresi col fiato sospeso fino all’ultimo, ci ha pensato Pierluigi Frattali a salvare i suoi compagni dalla disfatta di Catania.

Già contro il Teramo, il numero uno biancorosso aveva provato a togliersi la casacca da portiere per indossare la tuta da supereroe, neutralizzando due tiri dal dischetto, che, però, a causa di una defaillance difensiva, avevano comunque portato il Bari a subire gol. In quell’occasione, l’ex Parma aveva dato prova di essere un formidabile pararigori, fermando per la prima volta in maglia biancorossa una conclusione dagli undici metri; non gli riusciva dalla stagione 2017-18, quando era in Emilia.

Anche ieri, Frattali è riuscito a mettere una pezza – e un guanto – all’ingenua scorrettezza commessa da Perrotta, che sul finale di partita ha rischiato di rovinare la prestazione dei suoi compagni. Nessuna colpa, invece, sulla rete realizzata da Sarao, in cui l’errore sta nella lettura difensiva da parte della retroguardia barese.

I miracoli di Frattali, però, non si limitano solo ai rigori. Dall’inizio della stagione, infatti, si è fatto trovare sempre pronto a difendere i pali della porta biancorossa, quando gli è stato possibile. Sono rare le occasioni in cui l’estremo difensore si è sobbarcato le responsabilità di reti subite dal Bari.

Nel finale della scorsa stagione, Frattali era diventato il bersaglio di accuse da parte dei tifosi per prestazioni insufficienti, che addirittura reclamavano la titolarità del suo collega Marfella. Adesso, invece, le prestazioni del portiere romano sono ben consolidate, e il Bari può finalmente contare sul proprio portiere, un'autentica sicurezza difensiva.

Sezione: In Primo Piano / Data: Lun 22 febbraio 2021 alle 23:00
Autore: Gabriele Ragnini
Vedi letture
Print