Allenatore della Sicula Leonzio che domenica ospiterà il Bari nel primo match di campionato. Vito Grieco è stato calciatore biancorosso a livello giovanile. In un'intervista al Corriere del Mezzogiorno si racconta: "A Bari ho giocato con la Primavera. Era una splendida realtà, con una proprietà come quella dei Matarrese. Mi allenava Pasquale Loseto, che ringrazio tutt’ora. In quel gruppo c’erano Tangorra, Parente, Ortoli, Bigica, Amoruso, gente che ha fatto calcio a certi livelli. Ho un grande ricordo anche di Checco De Napoli, che poi ho ritrovato a Molfetta".

"Vestivo la maglia del Catania, ma un giocatore del Bari rifiutò lo scambio con la mia ex squadra e la trattativa si arenò", rivela Grieco sull'approdo sfiorato poi in biancorosso.

Sulla formazione di Cornacchini... "Ho grosso rispetto per il Bari, un popolo speciale, che non ha nulla a che spartire con la C. Gli auguro di vincere ogni domenica, ma non la prossima. La metterei alla pari del Monza. Ha fatto investimenti importanti, ha giocatori straordinari, un organico di 25 persone, due titolari per ogni ruolo. Chi ruberei? Tutta la squadra (ride, ndr). Sarò banale, ma ho grosso rispetto sia per il giocatore che per l’uomo Antenucci".

Sezione: In Primo Piano / Data: Mer 21 Agosto 2019 alle 12:00
Autore: Redazione TuttoBari
Vedi letture
Print