Il solito Valiani: qualità, corsa, killer istinct. Bari coccola il suo goleador

07.11.2015 15:00 di Ivan Barnabà  articolo letto 1954 volte
Il solito Valiani: qualità, corsa, killer istinct. Bari coccola il suo goleador

Tra i tanti nomi che hanno animato il mercato in entrata del Bari, in pochi si sarebbero aspettati una tale propositività e frizzantezza da Francesco Valiani. Dall'alto delle sue 35 primavere, l'ex Latina è senza dubbio la più piacevole delle sorprese che il club biancorosso si è ritrovato in casa.

In questo avvio di stagione l'esperto mediano ha avuto modo di mettere in evidenza tutte le sue doti tecniche: qualità e quantità ben mescolate in un profilo che sinora ha fatto le fortune del galletto. Corsa scoppiettante, capacità d'inserimento, dribbling e buone facoltà in fase d'interdizione. Al tutto va aggiunta una peculiarità realizzativa che, nel corso della sua longeva carriera, mai lo aveva contraddistinto in maniera così manifesta. 

A parlare sono le statistiche. Tre reti messe a segno nei primi dodici turni di B, tutte premonitrici di vittoria. Tre come le marcature degli attaccanti Maniero e De Luca che condividono con il navigato mediano il gradino più alto del podio nella classifica cannonieri biancorossa. Sigilli che hanno messo in mostra tutto il suo repertorio: a partire dalla potenza di tiro espressa a Latina, per passare poi alle doti balistiche manifestate con il Lanciano fino ad arrivare al pregevole inserimento che gli è valso il gol del sorpasso contro la Salernitana. Bari ha trovato il suo Re Mida?