Kozak e Floro Flores, via al dualismo. Centimetri o tecnica? Domani...

12.03.2018 17:00 di Redazione TuttoBari  articolo letto 6253 volte
Kozak e Floro Flores, via al dualismo. Centimetri o tecnica? Domani...

Il Bari si prepara alla gara con lo Spezia. Contro gli uomini di Gallo i biancorossi avranno l'immediata chance di riscattare il pareggio-beffa contro la Pro Vercelli. Nelle ore che precedono il match contro i liguri tiene banco un dualismo in attacco, quello fra Libor Kozak (a segno proprio sabato contro i piemontesi) e l'autore dell'assist del momentaneo 2-1 barese, Antonio Floro Flores

KOZAK - Il titolare dell'ultimo periodo. Un po' a sorpresa (per inizio in sordina e non certo per curriculum, largo e di blasone superiore), l'ex Lazio si è impossessato della casella di centravanti. Grosso ha riversato vasta fiducia sull'ariete ceco che, da parte sua, ha ricambiato con centimetri e generosità, non facendo fuoco e fiamme in zona realizzativa ma offrendo un contributo accettabile nelle vittorie biancorosse di marzo. E' il centravanti tipico: riferimento puro, abile di testa e nelle sportellate. Il turnover, dettato dalle gare ravvicinate, può spingerlo ad un turno in panchina.

FLORO FLORES - Rivitalizzato dall'ottimo scampolo di partita con la Pro. L'ex Chievo si è reso protagonista di un'azione di rara classe col collega Brienza in occasione dell'illusorio vantaggio biancorosso sabato scorso. Proprio questo blitz ha fatto tornare alla ribalta il suo nome dopo settimane di anonimato. Ora Floro Flores attende una chance dal primo minuto. Quali le differenze con Kozak? Più tecnico e abile nel fraseggio, certamente un attaccante più di manovra rispetto al rivale. Il turnover, possibile domani, sembra poter indirizzare la scelta su di lui.