Ci sarebbe una schiarita sul fronte delle multiproprietà e sul divieto di possedere due squadre nella stessa categoria. E' il caso che potrebbe riguardare Lotito (Lazio, Salernitana) e, in futuro, De Laurentiis (Napoli, Bari).

Da Salerno, il portale tuttosalernitana, rilancia: "Importante indiscrezione direttamente da Roma. Stando a quanto filtra, infatti, la FIGC e la Lega di B starebbero pensando seriamente di proporre un cambio dell’articolo 16 bis delle NOIF, quello che fa riferimento all’ormai famosa multiproprietà. I recenti investimenti di Lotito e De Laurentiis (proprietari di Lazio e Napoli) e l’accostamento di altri presidenti di A a realtà di categoria inferiore potrebbero spingere i vertici del calcio a ragionare sulla possibilità di non penalizzare eventuali imprenditori facoltosi in un momento di grande crisi economica per lo sport italiano. E così potrebbe essere tutto limitato al primo grado di parentela, ovvero figli e mogli. Nel caso della Salernitana, dunque, con la promozione in serie A potrebbe proseguire l’avventura di Marco Mezzaroma come azionista al 100% affiancato, eventualmente, da un altro imprenditore qualora lo si ritenesse necessario".

Sezione: In Primo Piano / Data: Mar 31 marzo 2020 alle 09:00
Autore: Redazione TuttoBari
Vedi letture
Print