Domani, finalmente, dopo un’attesa lunga quasi quattro mesi, avranno inizio i playoff, destinati a decidere il nome della quarta squadra promossa in B dalla Lega Pro. Il Bari aspetta fiducioso di conoscere le proprie avversarie. Ed il quadro, per quanto riguarda le compagini ammesse alla fase nazionale degli spareggi, inizia a delinearsi.

Di diritto, oltre alla società dei De Laurentiis, sono qualificate Carrarese, Reggiana, Renate, Carpi, Monopoli e Juventus Under 23, che ha appena vinto la Coppa Italia di categoria. Proprio questo risultato, unitamente alla rinuncia di molti team, nel girone A, ha sostanzialmente sancito quali saranno gli scontri decisivi. Infatti, la gara tra Novara e Albinoleffe, in programma il 30 giugno, deciderà quale delle due potrà proseguire il cammino, saltando a piè pari il secondo turno preliminare. La vincente dell’incontro, beneficerà della rinuncia del Pontedera e si troverà proiettata già alla fase nazionale. Non dissimile il discorso per Alessandria e Siena, che incroceranno i propri destini il 5 luglio prossimo.

Nel girone B, Padova e Sambenedettese si sfideranno tra poco più di 24 ore. Interessate all’esito dell’incontro Südtirol e Feralpisalò, sicure del fattore campo. Se, sovvertendo i pronostici, vincessero i marchigiani, sarebbero attesi dalla sfida in Alto-Adige. Ai patavini, invece, in caso di vittoria toccherebbe la trasferta in terra bresciana. Altra spettatrice la Triestina, che conoscerà il proprio match sulla base del risultato della sfida tra patavini e marchigiani.

Il raggruppamento meridionale resta l’unico nel quale sarà solo il campo a decidere, visto che il calendario della competizione, al Sud, non è stato stravolto dall’abbandono di nessun club. Domani sono in programma Catania-Virtus Francavilla e Catanzaro-Teramo. Il giorno seguente Ternana-Avellino. Tutte le gare termineranno al novantesimo, senza supplementari né rigori. Il Potenza, al secondo turno, sfiderà l’équipe peggio classificata nella stagione regolare. Le altre due si incontreranno tra loro.

Gli uomini di Vivarini, intanto, si allenano serenamente, pronti ad entrare in azione il 13 luglio prossimo, quando saranno chiamati a tornare sul terreno di gioco del “S. Nicola”, che non calpestano, per una gara ufficiale, dal primo marzo scorso contro l’Avellino. Un’attesa prolungata, dovuta alla pandemia. Ma, ora che il virus sembra essere alle spalle, il compito dei galletti è quello di restare concentrati. La tanto agognata serie B dista solo tre partite.

Sezione: In Primo Piano / Data: Lun 29 giugno 2020 alle 15:30
Autore: Giovanni Gaudenzi
Vedi letture
Print