Tempo di conferenza stampa in casa biancorossa per Andrea Schiavone. Il centrocampista si è così espresso sulla sua condizione, facendo il punto sul primo mese trascorso in biancorosso: "Fisicamente mi sento bene, dopo il ritiro ho avuto un piccolo problemino alla schiena ma ho recuperato. Si sta lavorando tanto, ho avuto l'opportunità di rimettermi al pari con i miei compagni. Il periodo di Bedollo è stato il più difficile per me, avevo una situazione particolare con il Venezia e non è stato facile risolverla. Poi tutto è andato in discesa"

Il classe ’93 è poi ritornato sulla sconfitta contro l’Avellino in Coppa Italia C: "Siamo dispiaciuti per domenica, siamo una squadra che deve lottare su tutti i fronti. Credo però che abbiamo disputato una buona. Poi c'è stato episodio del rigore, capita di uscire sconfitti immeritatamente. Ieri abbiamo analizzato la partita con il mister. L’Avellino è stato più cattivo e determinato. Dobbiamo lavorare su alcuni aspetti ma ci sono stati segnali positivi: una squadra propositiva e che ha sempre cercato di fare la partita nella loro metà campo. Penso sarà così per tutto l'anno, troveremo avversarie spesso chiuse dietro a cui non sarà facile fare gol. Nel secondo tempo sono saltati un po’ gli schemi dopo la rete subita. Forse siamo stati frettolosi e non c’è stata una manovra fluida. Questo test ci ha fatto bene. Capiteranno situazioni simili anche in campionato, dobbiamo essere pazienti”.

Sul ruolo: "Non piace reputarmi un regista classico. Nel tempo sono cambiato e migliorato sotto diversi aspetti. Credo di aver messo dentro anche la farse difensiva, recupero anche tanti palloni. Ovviamente la mia caratteristica principale è impostare il gioco e cercare di dare un senso alla manovra. Ho giocato sia a due che a tre, da play davanti alla difesa, mi trovo bene in entrambe le situazioni e spero di dimostrarlo. In passato magari ho avuto poca personalità. Ora sono un giocatore diverso".

Sulla società: “Ho accettato questa sfida, credo di aver fatto la scelta giusta. Mi aspetto tanto da me stesso, voglio dare tanto a club e tifosi. Società ha le idee chiare. Non manca niente, organizzazione non è da C. Dobbiamo essere noi in campo a ripagarla. Sono convinto sia l’anno giusto".

Schiavone si è infine soffermato sull’esordio in campionato e sulla volontà di raggiungere l’obiettivo prestabilito: “Sono carico ed entusiasta per domenica. Giocare in una piazza così ed avere un obiettivo importante, è una grossa responsabilità. Dobbiamo essere consci di questo e raggiungerlo. Campionato difficile, girone C è più duro del solito, tante squadre attrezzate. Importante partire bene, non c'è tempo di aspettare nessuno. Dobbiamo fare subito risultato”.

Sezione: In Primo Piano / Data: Mer 21 Agosto 2019 alle 19:00
Autore: Gianmaria De Candia
Vedi letture
Print