La cura Vivarini sta portando frutti a Bari. Al termine del terzo successo consecutivo in campionato, il tecnico ha parlato in conferenza stampa: "Era una partita da sei punti. Bisogna fare complimenti ai giocatori. Prestazione di volontà e attenzione di livello molto alto. Dobbiamo ancora migliorare, essere più veloci nel servire gli attaccanti e più bravi in fase di possesso. Stiamo compensando anche con i calci piazzati. Il risultato era importante, la vittoria ci dà serenità e convinzione. Abbiamo partite difficile da affrontare. Dobbiamo essere bravi a mantenere questa classifica nel girone d'andata e poi sperare in un miglioramento totale di squadra".

Sull'atteggiamento della Ternana: "Li avevamo studiati nei minimi particolari. Hanno modificato solo la posizione di Furlan, ce lo aspettavamo sul nostro play invece lo hanno allargato, schierandosi con un 4-4-2 per evitare i nostri cambi di gioco. Questo ci ha anche un pochino avvantaggiato. Il primo tempo lo abbiamo un po' sofferto, poi la nostra idea era alzare intensità e le aggressioni. Loro hanno avuto un calo e ci è uscito meglio. Avevano pochi cambi a centrocampo e ne abbiamo approfittato. Durante il primo tempo abbiamo deciso di lavorare su Bianco, che ha giocato tanti palloni in funzione del loro accorgimento".

Sulla scelta di Berra, preferito a Kupisz: "Costa oggi ha fatto quasi l'esterno alto, quindi mi dovevo bilanciare sulla destra. Con Kupisz perdevo centimetri e fisicità ma veniva da un'ottima partita. Sono stato in bilico fino alla fine. Però volevo rinforzare molto il centrocampo per andare in pressione e sporcare le loro giocate. Penso ci abbia premiato".

La classifica: "Potenza in vetta? Può arrivare fino alla fine, bisogna lottare con loro. Forse la squadra più organizzata e affiatata. Lavorano da tempo insieme e sicuramente in questo campionato sono efficaci".

Idee chiare sul futuro della squadra: "Bisogna tener conto di un aspetto. Per mantenere gli equilibri e dare sicurezza alla squadra devo cambiare il meno possibile. Come modulo possiamo fare qualcosa di diverso ma momento in cui devi fare risultato, devi badare al sodo. Quando saremo più tranquilli, sereni e consapevoli potremmo anche fare cambiamenti. Sulla fase difensiva abbiamo trovato equilibri velocemente perchè la squadra è applicata e concentrata". 

In proiezione di gennaio: "Il mercato si apre e faremo altre analisi. Chiaramente abbiamo giocatori che usiamo poco e in quel momento capiremo cosa fare".

Sezione: In Primo Piano / Data: Dom 13 Ottobre 2019 alle 23:00 / Fonte: TuttoBari.com, sala stampa del San Nicola
Autore: Gianmaria De Candia
Vedi letture
Print