Il menù delle punte: nomi, caratteristiche e possibilità di approdo

09.06.2019 15:00 di Alessandro Chiarappa   Vedi letture
© foto di Giuseppe Celeste/Image Sport
Il menù delle punte: nomi, caratteristiche e possibilità di approdo

Si susseguono i nomi per l’attacco del Bari. Il reparto andrà rinforzato: i tifosi sognano. Tra nomi di categoria superiore e possibilità sulla carta più agevoli, sfogliamo il menù delle punte con il loro grado di difficoltà d'aggancio (in una scala da 1 a 10).

Di Gaudio 10 ­- Siciliano, classe 89, appena promosso in A col Verona (che ne riscatterà il cartellino dal Parma), è il tipico esterno d’attacco. Agilità e rapidità i suoi punti di forza, Di Gaudio è in grado di saltare l’uomo come pochi. Destro naturale, ha dimostrato di saper calciare senza problemi anche con il piede debole. Sarebbe un ottimo rinforzo oltre che un acquisto di prestigio. Le possibilità di vederlo a Bari oggi sono però ridotte al lumicino.

Di Carmine 10 - Toscano, classe 88, in forza al Verona, punta centrale. Grinta e voglia di lottare oltre a buona tecnica, sono le sue caratteristiche principali. Sarebbe un acquisto di spessore, porterebbe l’attacco dei galletti ad un livello superiore rispetto alla categoria. Ha chiuso lo scorso campionato con 22 partite, 8 goal e 5 assist in serie B. Difficilissimo, come per Di Gaudio, l'aggancio. Eppure anche il suo nome è stato accostato al Bari nelle scorse settimane.

Antenucci 9 - Molisano, classe 84, attualmente alla Spal, è una punta centrale in grado di giocare anche come seconda punta in un attacco a due. Piedi buoni, freddezza sotto porta e ottimo rigorista, non disdegna il tiro dalla distanza e si è dimostrato pericoloso anche sui calci piazzati. Sarebbe sicuramente un nome di prestigio per la Lega Pro e farebbe fare il salto di qualità ai biancorossi. Ha chiuso lo scorso campionato con 35 partite e 5 goal in serie A. E' il sogno di un cassetto che potrebbe anche aprirsi...

Baraye 7 - Senegalese, classe 92, attualmente al Parma, esterno d'attacco. Piedi buoni, agilità e velocità i suoi punti di forza. Attaccante duttile in grado di spaziare sul tutto il fronte d’attacco sarebbe un’ottima risorsa per il reparto offensivo biancorosso. Conosce già la Lega Pro e, in generale, le categorie inferiori. E' da convincere, ma gli ingredienti per portarlo in scuderia, a lungo andare, sembrano esserci.

Mazzeo 6 - Campano, classe 83, attualmente al Foggia, è una punta centrale in grado di giocare anche in appoggio. Prestanza fisica, freddezza sotto porta e buona tecnica le sue caratteristiche principali. In caso di approdo in biancorosso, grazie alla sua duttilità all’interno del rettangolo di gioco, darebbe al Bari la possibilità di adottare diverse soluzioni di gioco. Ha chiuso lo scorso campionato con 33 presenze, 5 goal e 5 assist in serie B. Colpo piazzabile.

Gaetano 6 - Campano, classe 2000, attualmente nella primavera del Napoli, è un trequartista in grado di giocare anche come seconda punta o ala sinistra. Giovane dalle grandi potenzialità, dotato di una buona tecnica e senso del goal. Sarebbe un ottimo elemento per l’attacco barese, in grado di lottare per una maglia da titolare. Ha chiuso lo scorso campionato Primavera con 27 presenze, 17 goal e 6 assist, centrando pure due presenze in serie A con il Napoli. Visti i rapporti privilegiati col Napoli potrebbe anche essere un nome alla portata. Ma la concorrenza è agguerrita.

Dionisi 5 - Laziale, classe 87, attualmente al Frosinone, è una punta dinamica, in grado di giocare in più ruoli. Senso del goal, buona tecnica e un ottimo calcio dalla distanza, le doti migliori. Sarebbe sicuramente da considerarsi un top player per il Bari, al quale poter affidare il peso dell’attacco. Ha chiuso lo scorso campionato con sole 9 presenze e 1 goal in serie A, alla luce del grave infortunio che lo ha coinvolto. La sensazione è che, se il Bari volesse, potrebbe davvero vantare ottime possibilità di convincerlo.

Ferrari 5 - Attaccante di categoria. L'italo-argentino, classico ariete d'area, è di proprietà del Genoa ma si sta giocando la promozione in B col Piacenza. Per coerenza con il suo attuale curriculum, la Lega Pro per lui potrebbe ancora essere lo scenario ideale. Nonostante punti verosimilmente al salto di categoria, il Bari su di lui ha argomenti per avere fiducia.