Sì, il Bari si è staccato. Ma sarà inverno caldo...

05.11.2018 17:00 di Giovanni Cecca  articolo letto 7463 volte
Sì, il Bari si è staccato. Ma sarà inverno caldo...

Ora il Bari vola. La gara di ieri ha dato importanti segnali alla squadra. Tralasciando la vittoria in sè, la reazione dei giocatori che ha portato al trionfo finale è stato il vero picco dell'incontro. Sì, perché il match di ieri è stato un vero e proprio rollercoaster: al primo vantaggio firmato da Pozzebon al 13’, ha risposto Leotta al 30’. Pareggio che ha portato nervosismo come testimoniano gli otto ammoniti complessivi, e le espulsioni, addirittura due, di Pozzebon e Mattera

A riportare la calma ci ha pensato Langella. Sembrava finita ed invece al 90’ è arrivato il rigore a favore dell’Acireale, fallito poi da Maddonia. Insomma roba per cuori forti, per gli altri c’è solo il ricovero in cardiologia. L'aver saputo svoltare e vincere una gara tesa e complicata come questa è sintomo di grande squadra. Cuore e grinta, oltre che un organico di livello superiore, stanno indubbiamente tracciando la strada. Quella per la promozione è ancora lunga, ma confortata oggi dal primo importante margine di distacco dalla seconda in classifica, la Nocerina, al momento di 5 punti. Dopo solo 8 giornate è un vantaggio non indifferente.

Ora mister Cornacchini è chiamato ad una prova difficile: tenere alta la guardia e non far adagiare i propri calciatori sugli allori. Nonostante il +5, l'inverno sarà comunque caldo.