Sedicesima giornata di ritorno per il Bari, che allo Stadio Partenio incontrerà l’Avellino in una sfida che si preannuncia cruciale per il raggiungimento del secondo posto. I biancorossi, reduci da due vittorie consecutive, si sono rilanciati in ottica sorpasso, mettendo nel mirino proprio la formazione irpina, che nell’ultimo turno è incappata in una severa sconfitta sul campo della Ternana, riducendo in questo modo il gap in classifica tra galletti e campani. 

IL MISTER - Piero Braglia è dalla scorsa estate il mister dell’Avellino. Tecnico con una lunga e comprovata esperienza in terza serie, è arrivato in Irpinia con il chiaro compito di riportare i biancoverdi in cadetteria. Un lavoro niente male quello dell’ex allenatore della Juve Stabia, che dopo un iniziale periodo di ambientamento è riuscito a far esplodere tutto il potenziale di una squadra costruita per vincere e arresasi solamente alla strapotenza della Ternana. 

IL MODULO - Schieramento semplice quanto efficace quello dell’Avellino, solitamente in campo con il 3-5-2 che in fase di non possesso può trasformarsi in un 5-3-1-1 a seconda delle esigenze. Un modulo che ha saputo valorizzare alla perfezione tutti gli elementi a disposizione della rosa biancoverde. 

IL CANNONIERE - Miglior marcatore con dieci reti è l’ex attaccante del Bari Riccardo Maniero, arrivato in Irpinia lo scorsa estate dopo l’annata trascorsa al Pescara. Seguono, rispettivamente con otto e cinque reti il centrale classe 1995 Santo D’Angelo e il bomber di proprietà della Salernitana Giuseppe Fella, vera rivelazione di questa stagione. 

IL PRECEDENTE - L’ultimo precedente tra le due squadre si è giocato in terra pugliese il 20 dicembre scorso terminando 4-1 per il Bari.

Sezione: Prossimo Avversario / Data: Ven 09 aprile 2021 alle 20:30
Autore: Andrea Papaccio
Vedi letture
Print