Non riescono a vincere in questo inizio 2013 gli azzurri di Vincenzo Cosco. Difatti, all’Arena Garibaldi, il Pisa batte l'Andria 1 a 0.

Il primo tempo inizia con i padroni di casa che al 7’ si fanno pericolosi con Pedrelli che calcia a rete, ma Rossi attento riesce a respingere il pallone. Nei successivi 20 minuti, le due squadre non riescono quasi mai a farsi pericolose. Al 26' il Pisa prova a sbloccare il match con Gatto, il quale salta un paio di avversari e calcia a rete, ma Migliaccio riesce a salvare il risultato. L’ultima azione rilevante del match è dell’Andria, con D’Errico che calcia a rete, ma la palla si spegne sul fondo. 

La prima azione rilevante del secondo tempo è sempre dei padroni di casa, che si fanno pericolosi con un tiro di Tulli che si spegne di poco a lato. Al 68' cambiano gli equilibri del match: Contessa perde palla, ma torna sul suo avversario e lo atterra in area. Per l’arbitro non ci sono dubbi, è calcio di rigore, col terzino azzurro che viene ammonito per la seconda volta e dunque è costretto ad abbandonare il campo di gioco. Dal dischetto si presenta Favasuli che batte Rossi senza problemi. Nei successivi minuti gli uomini di Cosco cercano in tuti i modi il gol del pareggio, ma il campo pesante e l’inferiorità numerica non li aiutano. Finisce cosi il match, con il Pisa che grazie ad un rigore riesce a conquistare i 3 punti.

Gara da dimenticare quella di oggi per gli azzurri, che ora dovranno rimboccarsi le maniche per preparare al meglio la prossima gara contro il Frosinone.

Sezione: Speciale Andria-Barletta / Data: Dom 13 gennaio 2013 alle 18:30
Autore: Nicola Massaro
Vedi letture
Print