Caputo: "Dimentichiamo Verona e pensiamo al Toro"

"Ventura? Con lui poco spazio, spero di batterlo"
 di Davide Giangaspero  articolo letto 1164 volte
Francesco Caputo
© foto di Alberto Fornasari
Francesco Caputo

Francesco Caputo, rientrato in campo sabato scorso dopo un lungo stop per squalifica, ha rilasciato alcune impressioni sulla pesante sconfitta di Verona e sul prossimo attesissimo match contro il Torino dell'ex Ventura. Ecco le parole dell'attaccante biancorosso, riportate da seriebnews: "Con Ventura ho giocato pochissimo a Bari, furono fatte altre scelte e io passai al Siena nel mercato di gennaio, sarebbe bello adesso vincere contro di lui con un mio gol. Dobbiamo dimenticare in fretta la trasferta di Verona dove nel primo tempo abbiamo anche disputato una buona partita ma poi cinque minuti di black-out nella ripresa ci hanno condannato. Le grandi ti puniscono ad ogni errore".

Gli obiettivi per il finale di stagione: "Vorrei arrivare al traguardo personale dei 10 gol, ma la cosa più importante è raggiungere con la squadra quota 50 punti in classifica, saremmo molto più tranquilli. Ho tanta voglia di far bene dopo i terribili giorni di squalifica". In chiusura Caputo si sofferma sulla tragedia occorsa al collega Morosini: "Morire così è inaccettabile. C'è paura da parte nostra al pensiero che si possa morire su un campo di calcio".