Fiamozzi e Sabelli, destino da avversari. Dualismo in prospettiva

Ora l'ex Varese può accumulare il vantaggio.
 di Davide Giangaspero  articolo letto 7121 volte
© foto di Federico Gaetano
Fiamozzi e Sabelli, destino da avversari. Dualismo in prospettiva

Uno o l'altro? L'arrivo di Riccardo Fiamozzi ha finalmente tappato il buco a destra lasciato nella scorsa primavera dall'infortunio di Stefano Sabelli. L'ex Varese - a lungo corteggiato e finalmente agganciato da Sogliano - costituirà una pedina all'altezza in difesa, forte del suo largo curriculum in cadetteria, campionato che conosce alla perfezione e su cui può esser considerato una certezza. Col suo arrivo andranno ora definite le situazioni riguardanti Cassani e Scalera (altri interpreti di piede destro, sul mercato), mentre Tello - utilizzato fin qui anche in difesa - potrà definitivamente sprigionare le sue qualità in zone di campo più avanzate.

Il rivale dunque per Fiamozzi, sarà proprio quel Sabelli oggi in via di cauto recupero. Negli ultimi anni sempre fra i più apprezzati nella rosa biancorossa, troverà un cliente non facile al rientro. Curioso che i due si siano sfidati per lo stesso ruolo pure nelle selezioni giovanili azzurre. Si ritroveranno ora anche in un club, in un dualismo consolidato da cui il Bari spera di raccogliere la massima dose possibile di talento e sgommate sulla fascia. A Fiamozzi il compito di accumulare il vantaggio necessario: se farà bene in queste settimane il ruolo sarà suo. Altrimenti Sabelli...