Missione Sogliano: mantenere in equilibrio i conti senza intaccare la competitività. Cambi in tutti i reparti: il via-vai è appena iniziato...

10.01.2018 09:00 di Andrea Dipalo  articolo letto 9572 volte
Missione Sogliano: mantenere in equilibrio i conti senza intaccare la competitività. Cambi in tutti i reparti: il via-vai è appena iniziato...

Tenere a bada i conti mantenendo alta la qualità e la competitività della rosa. E' questa la non semplicissima missione di Sean Sogliano, impegnato sino a fine mese con un mercato che vedrà il Bari protagonista. Come sempre. 

Pronti via ed ecco la prima ufficialità in entrata: Jure Balkovec è da qualche giorno un nuovo giocatore biancorosso. Ma il terzino sloveno non resterà di certo l'unico colpo del club, che intanto ha già piazzato Martinho all'Ascoli e Greco Tonucci al Foggia, da cui sta per arrivare Alan Empereur, difensore brasiliano. 

Sempre in tema di retroguardia, vicino è l'arrivo del greco Oikonomou dalla Spal, mentre restano incerte le posizioni di Capradossi, Morleo, Cassani, Scalera e Fiamozzi. E occhio a Sabelli, in orbita Empoli, e ad Anderson, su cui non mancano sondaggi e valutazioni da parte di diversi club. Un possibile via-vai che potrebbe comportare ulteriori scossoni ad una retroguardia destinata a cambiare rispetto ai primi mesi del campionato. 

Nuove a centrocampo, con il possibile arrivo di Ledian Memushaj, centrocampista albanese in forza al Benevento. A fargli posto sarebbe la cessione ormai certa di Salzano.

Cambi in attacco? L'abbondanza offensiva (almeno in termini numerici), potrebbe invitare qualcuno dei protagonisti a cercare fortuna altrove. E' il caso di Floro Flores, ma potrebbe diventarlo anche di Nenè. Insomma, in pochi possono dirsi sicuri di restare ad eccezione di Brienza e Kozak. Stesso dicasi di Improta e Galano, anche se sul giocatore foggiano si sono fatti avanti alcuni estimatori, tenuti a distanza non siderale dalla società barese che non vuole rinunciare al suo giocatore più forte e rappresentativo ma che, però, non è di certo nelle condizioni di rifiutare eventuali super offerte per il suo esterno.