Langella, Nannini e Rozzi: i tre under che hanno superato la prova

12.09.2018 15:00 di Gianmaria De Candia  articolo letto 14573 volte
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Langella, Nannini e Rozzi: i tre under che hanno superato la prova

Domenica 16 Settembre inizierà ufficialmente la stagione del Ssc Bari. Dopo un inizio a rilento, la società di De Laurentiis ha lavorato ottimamente sul mercato, mettendo a disposizione di mister Cornacchini un'autentica fuoriserie per affrontare il campionato di Serie D. Tuttavia nelle prime settimane di ritiro a Roma, la maggior parte dei calciatori presenti erano giovani in prova. Da evidenziare, infatti, che secondo il regolamento devono essere sempre presenti in campo almeno 4 giocatori di uno specifico limite d'età: uno nato dopo il primo gennaio 1998, due 1999 e un classe 2000. L'importanza di questi tesseramenti è notevole e proprio negli ultimi giorni, con l'inizio degli allenamenti a Bari, sono diventati effettivi tre nuovi volti per la categoria under

LANGELLA - Esterno d'attacco (2000), preferibilmente sinistro, proveniente dal Pisa. Cresciuto nelle giovanili dell'Empoli e passato nella scorsa stagione ai neroazzurri, con cui ha esordito in prima squadra in Serie C (3 minuti contro l'Olbia). La sua collocazione tattica è però in corso di definizione, visto che negli Allievi e nella Beretti ha anche giocato più arretrato (trequartista o centrocampista). Si allena con la squadra da più di due settimane ed ha convinto la dirigenza biancorossa ad investire sulle sue potenzialità. 

NANNINI - Sicuramente il più esperto tra i tre ma non solo per l'anno di differenza (1999). Il difensore, infatti, è reduce da un annata positiva tra le fila della Sangiovannese in Serie D, concludendo lo scorso campionato al quinto posto nel girone D (eliminato alle semifinali playoff). Nell'esperienza in Toscana Nannini è stato sempre considerato come un titolare inamovibile (a soli 17 anni), collezionando ben 41 presenze (tutte dal primo minuto). E' un terzino sinistro dalle ottime capacità di spinta, ben quattro reti e due assist nello scorso campionato. Tuttavia è in grado di giocare anche da centrale, dinamico e bravo nel gioco aereo. Le buone prestazioni in ritiro e nelle amichevoli precampionato (in rete contro l'Acquaviva) lo hanno portato alla conferma in rosa. Al momento sembrerebbe però ancora indietro alle gerarchie rispetto a Luigi D'Ignazio (classe 1998, proveniente dal Napoli) sull'out mancino. 

ROZZI - L'ultimo arrivato ha trascorso un periodo di prova relativamente breve, arrivato direttamente nella seconda fase della preparazione a Bari (gli altri due erano già presenti a Roma). E' un centrocampista centrale, classe 2000, che potrebbe giocarsi subito il posto da titolare con l'altro under, Enrico Piovanello.