Agguato o no, rimane una pagina nera scritta in una domenica che, per i tifosi del Lecce - aggrediti fra Cerignola e Foggia da un gruppo di tifosi del Bari, diretti a Castellammare di Stabia per la partita contro la Cavese sarà difficile da dimenticare.

Nuova versione. Pare che, a differenza di quanto trapelato in un primo momento, non ci sia stato un vero e proprio agguato premeditato da parte dei supporter baresi. Secondo quanto riportato dall'edizione online de Il Messaggero, "le cose sarebbero andate diversamente. All'origine dell'episodio, secondo la ricostruzione fornita dalla polizia di Cerignola, ci sarebbe una casualità. Anche se la sostanza non cambia. Sarebbero stati dei pullman con 200 tifosi a bordo, diretti a Castellamare di Stabia per il match del Bari contro la Cavese, a perdere stabilità a causa delle forature, restando in panne sull'asfalto e bloccando il traffico. E qui il patatrac: gli ultras biancorossi avrebbero individuato i mezzi dei tifosi giallorossi in viaggio verso Roma e li avrebbero circondati. Da qui in poi la ricostruzione è sostanzialmente analoga alla precedente: i tifosi del Bari, dopo una serie di scontri, avrebbero distrutto tre veicoli partiti dal Salento e dato alle fiamme un quarto con alcune torce che avevano con sé".

Di seguito, il video pubblicato da Tele Rama:

VIDEO
Sezione: In Primo Piano / Data: Lun 24 Febbraio 2020 alle 09:30
Autore: Redazione TuttoBari
Vedi letture
Print