Di Francesco Corsinelli se ne è sempre parlato poco, sia al momento del suo acquisto, in uno scambio con conguaglio con Nannini, che nel periodo successivo. Forse i motivi sono il curriculum scarno, con alle spalle l'esperienze al Pontedera, alla Feralpisalò e al Piacenza, e la giovane età: 21 anni. In realtà Corsinelli la scorsa stagione giocava titolare nella squadra emiliana che ha lottato fino all'ultima giornata per la promozione in Serie B, e che ha perso la finale play-off contro il Trapani. L'esperienza in questa categoria assolutamente non gli manca.

Corsinelli è entrato in maniera decisiva nel secondo tempo della gara con il Rieti, fornendo un prezioso assist per il gol del pareggio di Ferrari. E' un giocatore polivalente, che può giocare indifferentemente da terzino destro, quinto a destra a centrocampo, o anche mezzala. Fa dell'impegno e della dedizione le sue caratteristiche. Un vero e proprio gregario di qualità. Gente essenziale per vincere i campionati: basti pensare che Antonio Conte alla guida della Juventus apprezzava enormemente le qualità di Padoin, che, insieme ai tanti campioni con curriculum incredibili, si integrava e rendeva al massimo.

Corsinelli, alla luce del probabile 3-5-2, del periodo negativo di Kupisz e dei problemi fisici di Berra, potrebbe essere impiegato da titolare nel big match contro la Reggina. Chissà se potrà essere la sua notte, in modo da far apprezzare le sue qualità e trasformare un acquisto passato in secondo piano in un vero colpo di mercato.

Sezione: News / Data: Ven 13 Settembre 2019 alle 16:00
Autore: Claudio Mele
Vedi letture
Print