Cornacchini cambia con l'Avellino. Sull'atteggiamento...

17.08.2019 16:00 di Gianmaria De Candia   Vedi letture
Cornacchini cambia con l'Avellino. Sull'atteggiamento...

La seconda uscita ufficiale del Bari, in programma domani sera contro l'Avellino, si potrebbe rilevare un test molto importante ed utile per le sperimentazioni di Cornacchini. Il tecnico ha, infatti, annunciato delle modifiche all'undici titolare, che superato la Paganese nella prima gara di Coppa Italia C. Davanti al confermatissimo Frattali, ci saranno Perrotta e Sabbione, una coppia praticamente inedita. Nel corso della preparazione estiva, i due centrali difensivi hanno condiviso il campo solo per una ventina di minuti nel test amichevole (triangolare del Centenario) contro la Salernitana. Una scelta significativa, che contribuirà ad aumentare il feeling e valutare la compatibilità in vista del campionato. 

L'altro elemento importante riguarda il modulo: un 4-4-2 con due attaccanti veri, Antenucci e Simeri, senza l'adattamento di Neglia e Terrani. Il mister crede fortemente nella convivenza tra i centravanti, grazie a dialogo e movimento costante. La volontà è quelle di avere risposte positive per attuare questa possibilità non solo a partita in corso ma anche dal primo minuto in C. Per quanto concerne la formazione, sono previste novità negli elementi in mediana (Folorunsho dal primo minuto?), che forniranno ulteriori indicazioni tattiche (anche atletiche nel caso di debutto di Schiavone) e sulla possibile quadratura della squadra. 

In conferenza Cornacchini si è poi proiettato al campionato, evidenziando le principali analogie e differenze rispetto alla D come l'aumento della fisicità in rosa, che garantirà un aiuto non indifferente in determinati frangenti. Attenzione anche al gioco, si vedrà un Bari diverso più alto, aggressivo e intenso nella conquista della palla. Per caratteristiche la squadra è destinata inevitabilmente alla propensione e alla creazione di un notevole numero di palle gol, questo di conseguenza porterà la difesa ad essere meno coperta in alcune circostanze, quindi servirà maggiore attenzione da parte dei singoli ma non è detto che si abbia meno solidità rispetto alla scorsa stagione.