Gentsoglou, una vita da mediano. Temperamento al servizio del Bari

23.06.2015 23:00 di Domenico Brandonisio  articolo letto 4278 volte
Gentsoglou, neo biancorosso
© foto di Federico De Luca
Gentsoglou, neo biancorosso

E' Savvas Gentsoglou il terzo acquisto del Bari2015/16, centrocampista proveniente dall'Ergotelis, squadra militante nella massima divisione greca .Un colpo di un certo rilievo quello messo a segno dai biancorossi, non solo per la statura internazionale del mediano 24enne (per lui 34 presenze e due reti con le nazionali greche, fino all'Under 21), ma anche per l'importante esperienza già maturata in passato nel calcio italiano. Prima dell'approdo in Puglia, infatti, l'ex AEK Atene aveva già vestito le maglie di Sampdoria e, soprattutto, Spezia e Livorno.

Un dettaglio, quest'ultimo, da tenere in particolare considerazione. Non tanto per i positivi rendimenti in entrambe le squadre, ma soprattutto perchè nell'Italia di Gentsoglou c'è molto del Bari della passata stagione: annate, dunque, trascorse nel segno di Devis Mangia e di Davide Nicola, in quella che fu una fortunata esperienza conclusasi con il ritorno in A dei labronici. Con ben 30 presenze ed 1 gol, il centrocampista greco riuscì - sotto la guida del piemontese - a mettersi in luce, disputando poi l'anno seguente la massima serie con la maglia blucerchiata. 

Dotato di forte grinta e temperamento - nonchè molto abile in fase di interdizione - il mediano originario della Tracia ha mosso i primi passi della sua carriera nelle giovanili dell'AEK Atene. Dopo alcuni prestiti nelle serie inferiori - nelle formazioni del Niki Volos e del Panachaiki - ritorna quindi in maglia giallonera, rimanendovi per quattro stagioni (dal 2008/09 sino all'autunno 2011, lasciò poi per divergerze legate al rinnovo del contratto) e totalizzando complessivamente 56 presenze e 2 reti. 

Gentsoglou è il terzo calciatore greco della storia del Bari, dopo il difensore Dimitris Vosnakidis (1 sola presenza in biancorosso, stagione 2013/14) e l'attaccante Alfredo Ragona (4 presenze nella stagione 1946/47, quella dello storico settimo posto in Serie A).