Non sempre un cambio di allenatore è sintomo di cattiva programmazione. Nella storia recente della terza serie sovente è accaduto che una squadra reduce da un avvicendamento in panchina è riuscita, certe volte contro i favori del pronostico, a raggiungere la promozione in B. Sarebbe senz’altro in buona compagnia il Bari, quest'anno alle prese con un insolito duplice esonero che ha visto alternarsi sulla panchina dei galletti Auteri, Carrera e di nuovo Auteri.

Se in campo internazionale ci sono i precedenti vincenti di Real Madrid e Bayern Monaco, laureatisi campioni d’Europa dopo aver esonerato i rispettivi allenatori, anche in Serie C non mancano casi analoghi. 

Senza allontanarsi tanto nel tempo ci si imbatte nel trionfo di qualche settimana fa del Como, inizialmente guidato da Marco Banchini e poi passato a Giacomo Gattuso, capace di condurre la formazione lariana alla promozione in Serie B. Due gli esempi nell’annata 2017-2018: quello del Cosenza, che con l’arrivo di Piero Braglia è stato protagonista di un rimonta che ha portato i silani a festeggiare il ritorno in cadetteria tramite i playoff e del Livorno, con addirittura due avvicendamenti. Proprio come i biancorossi, i labronici sono tornati sui propri passi a poche giornate dal termine del campionato, richiamando il tecnico con cui avevano iniziato la stagione. Una scelta che si è rivelata vincente vista la promozione al fotofinish dei toscani.

Tra le big da segnalare il Parma nel 2017, che, neopromosso in Serie C dopo il fallimento di qualche anno prima, è riuscito a compiere il doppio salto non senza attraversare una crisi che sembrava potesse compromettere le speranze promozioni dei ducali. Un periodo difficile risolto solamente con l’arrivo in Emilia di mister Roberto D’Aversa, a cui è andato il merito di aver risollevato una squadra a pezzi dopo la gestione Apolloni

Anche a Bari c’è chi si augura un finale del genere: i due esoneri di questa stagione, che non si vedevano da quasi vent'anni, hanno senza dubbio alimentato i malumori della piazza, che si è interrogata più volte sull'efficacia di un progetto tecnico che stenta a decollare. La storia dimostra però che anche con un doppio cambio di allenatore è possibile vincere, ed ecco che l'Auteri bis potrebbe tutt'un tratto riaccendere le speranze di una tifoseria delusa

Sezione: In Primo Piano / Data: Mer 12 maggio 2021 alle 07:00
Autore: Andrea Papaccio
Vedi letture
Print