Il Bari vuol continuare a rincorrere il sogno primo posto. Contro la Cavese, domani a Castellammare, i biancorossi puntano all'intera posta in palio. Vivarini, oggi in conferenza, ha così presentato il match: "Siamo arrivati al momento più importante del campionato: da qui ad un mese dobbiamo accorciare la classifica e dare il massimo. La squadra sta bene, bisogna dare continuità alla prestazione col Picerno. Stiamo tirando fuori una buona qualità di gioco. Dobbiamo essere attenti a fare le prestazioni che facciamo in casa anche in trasferta. Fuori casa c'è bisogno di qualcosa in più: le squadre sono motivate dai propri tifosi, hanno l'abitudine del loro stadio. Siamo sereni e tranquilli, ma la cattiveria non deve mai mancare".

Vivarini analizza: "Le scelte in difesa? Stanno facendo tutti bene. Domenica abbiamo concesso quasi niente, qualsiasi scelta sarà quella giusta. Io ribadisco sempre che chiunque fa parte di questa rosa deve essere considerato un titolare. Hamlili e Simeri? Su Hamlili ho scherzato chiedendogli se lo devo convocare, mi ha dato l'ok. L'aspetto tecnico, tattico e della gamba non dà problemi: si protegge un po' la spalla, penso lo porterò con noi, è importante che ci dia il suo apporto caratteriale e morale. Simeri ha avuto un piccolo fastidio ma è rientrato: ieri si è allenato, è andato tutto bene. D'Ursi ha avuto piccoli acciacchi ma è a posto, così come Maita. Il turnover? E' chiaro che abbiamo tre partite, e in funzione di ogni partita faremo delle scelte. Spero si facciano trovare tutti in grande condizione fisica e mentale".

"Il priscio? Questo discorso lo feci tempo fa: è fondamentale - rimarca Vivarini - Se si vuole arrivare a degli obiettivi c'è bisogno dell'aiuto di tutti. Bari può offrire un'enorme apporto alla squadra. In settimana è venuto fuori questo discorso: la città si sta avvicinando, da parte nostra dobbiamo essere bravi a dare il massimo".

Sezione: In Primo Piano / Data: Sab 22 febbraio 2020 alle 13:30
Autore: Redazione TuttoBari
Vedi letture
Print