Intervista a Dino Bitetto sulle pagine del Corriere del Mezzogiorno. L'esperto tecnico, ex Cavese, parla della sfida in programma domenica fra i campani e il Bari: "Mi aspetto una partita bella sotto l’aspetto tecnico e agonistico. Si affrontano due squadre con obiettivi e spessore tecnico chiaramente diversi. La Cavese nelle gare difficili ha sempre dimostrato di esserci. Il Bari dal canto suo non può che continuare nella striscia, non di risultati positivi, bensì di vittorie. È l’unica maniera che gli resta per puntare alla vetta. Primo posto raggiungibile? Credo proprio di sì. Il Bari deve provarci perché la squadra è stata costruita bene e allenata altrettanto bene, come merita una piazza importante. Ha il dovere morale di crederci. Lo deve alla città e ai tifosi".

Bitetto parla dei meriti di Vivarini... "La perseveranza, la costanza, la voglia di crederci fino alla fine, oltre al fatto che partita dopo partita la squadra sta crescendo. Questo è indiscutibilmente merito del tecnico e della società. Ci credono, come dimostrano anche gli ultimi innesti di mercato. Chi deciderà domenica? Credo sempre che gli attaccanti siano il valore aggiunto. Per questo dico Antenucci e Simeri. E poi c’è Laribi, un giocatore dal grande spessore tecnico e domenica l’ha dimostrato".

Sezione: News / Data: Mer 19 Febbraio 2020 alle 09:00
Autore: Redazione TuttoBari
Vedi letture
Print