Il Bari e la Legge del Tre

18.03.2018 13:30 di Michele Lestingi   Vedi letture
Il Bari e la Legge del Tre

"Ogni cosa che si fa torna indietro tre volte nel bene e tre volte nel male. Se si fa del bene si riceverà tre volte il bene, se si fa del male si riceverà tre volte il male. Non bisogna però fare del bene nell'attesa della ricompensa". Così recita la famosa Legge del Tre, un principio dell'antica religione Wicca. In ambito sportivo, con le dovute proporzioni, il Bari sembra aver aderito a tale legge.

Il pareggio, ottenuto ieri al Tombolato, è il terzo pari a reti inviolate del Bari nella stagione 2017-2018 (Parma, Carpi, Cittadella). La partita in questione ha certificato un'altra curiosa statistica: il Bari ha messo in serie un'altra striscia di tre pareggi consecutivi, iniziata al San Nicola nel rocambolesco 2-2 contro la Pro Vercelli e proseguita con Spezia e Cittadella. Ma non è la prima serie di tre partite finite in parità. A dare il via a questa strana tendenza fu la gara del 21 dicembre tra Bari e Parma. Successivamente, i biancorossi pareggiarono contro il Carpi e al rientro dalla sosta invernale sul campo del Cesena.