Giorgio De Trizio è considerato una bandiera dei galletti, grazie alle 288 presenze collezionate, con questi colori, dal 1980 al 1989. L’ex difensore, interrogato in esclusiva dalla nostra redazione sui possibili esiti dei playoff per la truppa di Auteri, si è espresso così: “Era lecito aspettarsi di più, da questa squadra, nel corso del campionato. Ma la Ternana ha meritato di vincere il girone, con risultati di altissimo livello ed una rosa rinforzata da uno come Falletti, che potrebbe tranquillamente giocare in A. Gli umbri hanno dimostrato di avere qualità, anche sul piano caratteriale, che i biancorossi hanno mostrato solo a sprazzi. Comunque, l’allenatore biancorosso è un grande esperto della categoria, ed ora saprà giocarsi al meglio gli spareggi.”

Sulle possibili modifiche tattiche che il mister intende adottare, De Trizio ha sostenuto: “Ritengo che vedremo un Bari più guardingo, in grado di difendere meglio di come ha fatto finora. Non credo che verrà messa in discussione la difesa a 3, ma magari ci potrà essere qualche accorgimento tattico che renda più solida la retroguardia. In attacco, gente come Antenucci e Cianci ti garantisce di poter trovare sempre la giocata risolutiva.”

Quanto all’operato della proprietà, il sessantenne ha dichiarato: “I De Laurentiis hanno investito somme importanti, certamente. Soldi spesi male, in alcune occasioni. Ma la società garantisce solidità al progetto sportivo. Quel che manca, al momento, è un direttore sportivo degno di tal nome, che possa pianificare il futuro. Se dipendesse da me, consiglierei Domenico Fracchiolla, oggi al Lecco. È barese, e si tratta di un vero esperto di calcio, in grado di costruire, anche con un budget limitato, delle squadre competitive. Se i lombardi sono ai playoff è anche merito suo.”

Buona parte delle speranze di promozione, per De Trizio, passano dai due baresi in squadra, Cianci e Mercurio: “Possono dare quel qualcosa in più. Ho visto le prestazioni del diciassettenne. Ha dimostrato di avere gamba e velocità di pensiero. Il passaggio di domenica scorsa, nell’azione del gol di Antenucci, non è da tutti. Per quanto riguarda Pietro, ha prestanza fisica e caratteristiche tecniche che, in questo organico, mancavano prima del suo arrivo. Spero che recuperi la miglior condizione, dopo il problema al piede che lo ha tormentato negli ultimi mesi. Se starà bene, potrà essere decisivo. Ai playoff, ci saranno squadre importanti, come il Padova e l’Alessandria. Ma se alcuni calciatori del Bari decidono di giocare come sanno, sono fiducioso che si possa ancora centrare la B.”

Sezione: Esclusive / Data: Mar 04 maggio 2021 alle 16:00
Autore: Giovanni Gaudenzi
Vedi letture
Print