Quella di domenica tra Bari e Vibonese sarà una sfida tra due dei migliori attacchi del Girone C di Serie C. La squadra allenata da mister Modica ha realizzato ben 22 reti, frutto di un gioco zemaniano. Infatti, il trainer dei calabresi è stato nello staff del boemo nelle sue esperienze a Roma e Cagliari, oltre che suo giocatore a Licata. Gli addetti ai lavori dicono essere il suo erede più prossimo, colui il quale si avvicina di più, con il suo gioco, a quello ammirato dal maestro Zeman negli anni novanta.

Vivarini dal canto suo risponde con 12 gol all'attivo in sette giornate (18 complessivi considerando l'era Cornacchini). Una media che dice quasi due gol a partita (1.71), aumentata di gran lunga rispetto ai 1.2 gol a partita della vecchia gestione. Il mister del Bari e Modica si sono già sfidati in passato. Sono due i precedenti, relativi alla stagione 2010/11 nella Lega Pro seconda divisione. Vivarini alla guida del Chieti incappò in un pareggio e una sconfitta nel doppio confronto con il Celano di mister Modica. Due gare che, come da previsioni, furono caratterizzate dai tanti gol: 3-3 e 3-1.

Vivarini vanta inoltre due precedenti anche con la Vibonese, in questo caso entrambi positivi. Era il campionato di Lega Pro seconda divisione stagione 2011/12, e il tecnico di Ari riuscì a battere i rossoblu calabresi alla guida dell'Aprilia per 3-2 in casa e 0-2 in trasferta. Nessun incrocio invece tra Modica e il Bari.

Sezione: In Primo Piano / Data: Ven 1 Novembre 2019 alle 21:00
Autore: Claudio Mele
Vedi letture
Print