Si avvicina a grandi passi il giorno dell’importante sfida tra Bari e Potenza, in programma domenica prossima alle 17.30. A dispetto del periodo di festività per l’8 dicembre, le due squadre sono invece pronte a darsi battaglia. Per i galletti, infatti, la gara contro i lucani sarà l’ultimo big match di questo girone d’andata, tra l’altro anche l’ultimo vero scontro diretto da disputarsi sul terreno amico del San Nicola.

Un appuntamento, dunque, assolutamente da non sbagliare per gli uomini di mister Vivarini. In ballo, oltre ai soliti tre punti, c’è la possibilità di agguantare il Potenza, attualmente secondo in classifica e vera sorpresa del campionato assieme al Monopoli. Anche se la Reggina è già campione d’inverno ed appare in questo momento storico imprendibile, il Bari non dovrà comunque perdere confidenza con la seconda piazza, una posizione davvero utile in ottica play-off. Mettendo da parte per un attimo l’imminente mercato di gennaio, la scalata biancorossa dovrà pur cominciare ponendo nel mirino una diretta concorrente alla volta. E la prossima risponde al nome di Potenza, una squadra scorbutica e che fa di una difesa granitica la sua miglior forza. Un club, peraltro, spinto dal recente sold out effettuato nel settore ospiti dai propri tifosi e voglioso di far bella figura al cospetto del Bari al San Nicola.

I tre punti restano d’obbligo per i galletti che, nonostante i lucani siano reduci da ben quattro vittorie consecutive, avranno intenzione di migliorare il loro rendimento interno. Per i biancorossi ci sono da riscattare, infatti, gli ultimi due infelici pareggi casalinghi, giunti con Vibonese e Teramo. Il Bari, però, ha già dimostrato di rispondere presente ai propri scontri diretti. Mister Vivarini vorrà certamente ripetere gli importanti successi ottenuti con Ternana e Catanzaro, sfruttando proprio quel Potenza che ha dato prova, invece, di soffrire terribilmente le sfide ad alta quota, in cui è uscito sempre sconfitto con Ternana, Monopoli e Reggina.

Una partita in cui servirà la massima concentrazione per i biancorossi, che sperano di aver compreso l’ultima lezione scaturita dal pareggio al fotofinish con gli abruzzesi. Il Bari, ancora vittorioso fuori casa grazie al suo sesto blitz esterno trovato a Rende, adesso vuol smentire di essere una squadra solamente da trasferta.

Sezione: In Primo Piano / Data: Ven 06 dicembre 2019 alle 20:15
Autore: Gabriele Bisceglie
Vedi letture
Print