E' la fase difensiva il tasto dolente di questa prima fase di campionato dei biancorossi. Quando si è consumato un quarto di torneo, Di Cesare e compagni hanno subito undici reti. Troppe per una squadra che ambisce alla promozione diretta. Occorre, dunque, migliorare nell'interpretazione della gara, per non farsi bucare il più possibile dagli avversari. Gli interpreti a disposizione di mister Auteri sono numericamente limitati, ma non mancano le idee al tecnico di Floridia.

Ad oggi gli unici inamovibili e sicuri di un posto da titolare nel terzetto difensivo sono Daniele Celiento e Valerio Di Cesare. Il capitano sta dimostrando, nuovamente, di essere fondamentale per gli equilibri di questa squadra; viceversa l'ex Catanzaro è una piacevole nota lieta, sempre in palla e preciso negli interventi, tanto che non ha saltato neanche un minuto in questo avvio di stagione.

Accanto ai due, si sono alternati in queste prime gare Alessio Sabbione, Marco Perrotta e Alessandro Minelli. Dei tre, quello apparso più in sintonia con Celiento e Di Cesare è Minelli. Il centrale classe 1999, quando chiamato in causa, non ha mai sfigurato e, se non fosse stato per la positività al Covid, forse si sarebbe ritagliato qualche spazio in più nelle ultime gare. Come annunciato oggi da Auteri, Mineli si è negativizzato e tornerà disponibile la prossima settimana, presumibilmente per il match col Catanzaro. 

Perrotta e Sabbione hanno sin qui alternato prestazioni convincenti ad altre decisamente meno. Non si discutono le qualità dei singoli, ma ad oggi sembrano essere ancora non del tutto integrati negli schemi del mister. A loro parziale discolpa va detto che entrambi sono stati colpiti da noie fisiche, con Perrotta che, come ammesso da Romairone, ha giocato domenica con parecchie infiltrazioni. Il recupero di Minelli è in tal senso molto importante.

Il jolly è Matteo Ciofani, che come ammesso dallo stesso Auteri può giocare per caratteristiche sia a destra che a sinistra nella difesa a tre. Viste le sicure assenze di Minelli e Perrotta nella gara di domenica con la Casertana e le condizioni non ottimali di Sabbione, chissà che non possa scoccare la sua ora. Questo, per uno strano scherzo del destino, proprio quando il laterale si era sbloccato sotto rete. 

Sezione: In Primo Piano / Data: Gio 19 novembre 2020 alle 20:00
Autore: Claudio Mele
Vedi letture
Print