Era lo scorso 23 dicembre, quando il Bari allora allenato da Gaetano Auteri scendeva in campo per la partita d'andata contro il Palermo, avversario che domenica sarà di fronte per la sfida di ritorno. L'umore biancorosso alla vigilia della gara non potrebbe essere quanto più differente: un girone fa, la compagine pugliese arrivava reduce da un momento particolarmente favorevole.

Nella sfida del girone d'andata il Bari arrivava reduce da sei vittorie nelle precedenti otto gare, con una certa consapevolezza accumulata partita dopo partita. Qualche campanello d'allarme era suonato già allora, con i bruschi stop contro Foggia Ternana, ma nel complesso il rendimento della squadra di Auteri era tutto sommato positivo.

La sfida con il Palermo fu il vero punto di svolta, in negativo, del campionato: la formazione biancorossa fu fermata sull'1-1, per poi inciampare nuovamente contro la Turris nella partita successiva. Gara a cui è seguita quella con il Bisceglie, una delle vittorie più controverse e criticate dalla tifoseria per la prestazione non certo esaltante messa in mostra al Ventura.

Da allora il Bari non è mai riuscito a risollevarsi, ad eccezione di un breve periodo subito dopo l'arrivo di Massimo Carrera. A pochi giorni dalla sfida con il Palermo, la formazione biancorossa si trova di fronte ad un nuovo punto di svolta. Il  tecnico ha chiesto maggiore motivazione, e sembra pronto a schierare solo chi effettivamente carico per il finale di stagione. Quasi una chiamata alle armi, per chiudere un ciclo durato un lungo girone. 

Sezione: In Primo Piano / Data: Mer 14 aprile 2021 alle 21:00
Autore: Raffaele Digirolamo
Vedi letture
Print