I playoff rappresentano una competizione che negli ultimi anni di calcio biancorosso è stata altamente frequente. Tuttavia, questa denominazione è nata di recente, e gli spareggi promozione in passato si svolgevano in maniera diversa. Prima dei playoff attuali di Serie B, le regole per decretare le squadre promosse venivano continuamente modificate, e per ben tre volte il Bari ha disputato spareggi distinti l’uno dall’altro.

La prima volta risale a quasi 90 anni fa. Era la stagione ’33-34, e la Serie B era divisa a gironi. Nel girone B il Bari si classificò al terzo posto, qualificandosi così ad un mini-torneo con struttura a girone che si svolse ad Aprile e Maggio. I biancorossi e la Sampierdarenese - futura Sampdoria - arrivarono al primo posto del tabellone finale. I galletti avevano una migliore differenza reti ed erano avanti negli scontri diretti, ma si disputò comunque una finalissima tra le due compagini. I genovesi trionfarono, e furono così promossi in Serie A a discapito del Bari.

L’occasione di riscatto per i pugliesi arrivò 24 anni dopo. Quell’anno i galletti conclusero al secondo posto di Serie B, ed ebbero la possibilità di accedere ad un tipo di spareggio sulla falsariga di quelli che avvengono nell’attuale Bundesliga: il doppio incontro andata-ritorno in campi neutri vide i biancorossi sfidare il Verona, ultima classificata di Serie A. L’eroe della promozione barese fu Paolo Erba, che segnò un gol all’andata e ben due al ritorno, mandando il Verona in B per un risultato complessivo di 3-0.

Il format degli spareggi promozione di Serie B cambiò ulteriormente, e nella stagione ’70-71 il Bari fu coinvolto in un triangolare per conquistare la Serie A, dato che si classificò al quarto posto in ex-aequo con Atalanta e Catanzaro. I galletti persero sia la partita con la Dea che quella con i calabresi senza realizzare alcun gol, e dovettero così rinunciare alla Serie A.

In Serie C, però, i biancorossi non hanno mai vissuto questo tipo di competizione; da lunedì avranno l’occasione di dimostrare che ciò che è successo in passato in Serie B può essere facilmente dimenticato, iniziando una nuova tendenza positiva.

Sezione: In Primo Piano / Data: Gio 09 luglio 2020 alle 18:30
Autore: Gabriele Ragnini
Vedi letture
Print