La prossima settimana sarà probabilmente cruciale nella rincorsa alla vetta per il Bari. Tre turni di campionato ravvicinati di una certa rilevanza, in cui anche una battuta d'arresto potrebbe rivelarsi fatale. Vivarini avrà, dunque, bisogno di sfruttare al massimo tutte le qualità e la lunghezza della rosa a disposizione anche per evitare possibili cali psico-fisici. Nell'ultimo periodo molti elementi importanti nel girone d'andata hanno trovato meno spazio per volontà dello stesso mister, che ha cercato di dare continuità ad un undici titolare per garantire una rapida quadratura alla squadra con i nuovi arrivati. Tuttavia nei prossimi sette giorni verrà concessa qualche possibilità in più alle alternative di lusso come Scavone, D'Ursi e Terrani

Domenica la mezzala ha realizzato la sua prima rete stagionale. Una possibile svolta dopo mesi difficili, in cui anche quando è partito dal primo minuto non ha brillato. I suoi inserimenti e fisicità, considerata l'assenza di Hamlili, potrebbero risultare vitali in determinati momenti della gara, in un reparto dove la totale coesistenza tra Bianco e Schiavone appare ancora in costruzione. 

Sulla trequarti il discorso è differente, Laribi sta cambiando marcia in termini di qualità ed intesa con i compagni ma la sua tenuta atletica è tutta da valutare. Gli impegni ravvicinati potrebbero penalizzarlo e, dunque, Terrani dovrà cercare di massimizzare al meglio tutti i minuti concessi. L'ex Piacenza non gioca titolare da 5 partite, proprio dall'avvento del compagno in squadra. In stagione il classe '94 ha però dimostrato di poter essere decisivo anche a gara in corso, come nel pareggio interno contro la Vibonese, dove firmò la rete del definitivo 2-2. 

In avanti D'Ursi può rappresentare la variabile impazzita, pronto a sfruttare tutta la sua duttilità offensiva. Un elemento in crescita, che da gennaio ha finalmente ritrovato il campo e la condizione dopo un lungo infortunio ma chiuso dallo straordinario feeling della coppia-gol composta da Antenucci e Simeri, il cui lavoro sporco è tanto utile quanto dispendioso. Probabile, dunque, un maggiore ricambio con un giocatore come D'Ursi capace di inserirsi negli spazi ed esuberante nell'uno contro uno. Caratteristiche fondamentali soprattutto in trasferta, dove non a caso ha realizzato le sue due marcature stagionali. 

Sezione: In Primo Piano / Data: Ven 21 Febbraio 2020 alle 15:00
Autore: Gianmaria De Candia
Vedi letture
Print