Il Bari si prepara ad affrontare tre partite con un solo obiettivo nella testa: centrare la promozione in Serie B facendo fruttare la superiorità della rosa biancorossa. Ma dato che nel calcio vanno tenute in considerazione tutte le possibilità, nel lavoro settimanale Vivarini dovrà badare anche ai calci di rigore, a cui si arriverebbe nel caso in cui le gare dovessero terminare con un pareggio (dall'eventuale semifinale in poi).

Ed allora, a chi affidarsi nel caso in cui il destino del Bari dovesse essere deciso dagli undici metri? Senza dubbio a Mirco Antenucci, che in questa stagione ha sempre tirato i penalty assegnati alla formazione biancorossa, con un bilancio perfetto: otto calci di rigore tirati, otto calci di rigore segnati. Se dovesse tornare utile, il numero sette non potrà certo sottrarsi alle proprie responsabilità.

Senza dubbio, poi, potrà aiutarlo Simone Simeri, che durante la scorsa stagione ha calciato dal dischetto in quattro occasioni, sbagliando solamente contro il Castrovillari. Restando in attacco, ha un buono score dagli undici metri anche Rocco Costantino, che in carriera ha realizzato otto gol, fallendo l'obiettivo in due occasioni.

Di rigori ne ha calciati molti meno Karim Laribi, che nonostante la sua bravura nei calci piazzati dal dischetto c'è andato solo tre volte in carriera, ma in queste occasioni è stato sempre freddo, buttando il pallone in porta. Ragionamento identico può essere fatto per Raffaele Bianco, che condivide gli stessi numeri del centrocampista con il dieci sulla schiena. 

Cinque calciatori, pronti ad essere utili al momento del bisogno, tutti con un obiettivo in testa: centrare l'obiettivo, limando al minimo gli errori. Anche dal dischetto.

Sezione: News / Data: Dom 05 luglio 2020 alle 19:00
Autore: Raffaele Digirolamo
Vedi letture
Print